F1 | Conferenza stampa, GP Francia – Horner: “La priorità è tenere Ricciardo”

Il Venerdì è giornata di prove libere e conferenza stampa dei Team Principals al Paul Ricard.
Uno dei più attesi è stato senza dubbio Christian Horner, team principal della Aston Martin Red Bull.

Horner e gli altri team principal
Foto: Fia.com


Una delle notizie di questa settimana è stata infatti il passaggio della scuderia di Milton Keynes dalla motorizzazione Renault alle Power Unit Honda. Termina in questa modo una collaborazione storica, coronata da decine di vittorie, i primi e finora unici quattro titoli costruttori Red Bull e i quattro titoli piloti conquistati con Sebastian Vettel. Dall’altra parte gli allori Red Bull costituiscono anche gli ultimi successi iridati per i propulsori Renault.

Ha commentato così la notizia Christian Horner: “Sì, è una notizia eccitante per noi. Abbiamo avuto una partnership per quelle che sono state 12 stagioni, quindi è stato largamente un lungo periodo. Ma fondamentalmente abbiamo raggiunto un bivio dove abbiamo deciso;di intraprendere un percorso diverso per il prossimo anno. Abbiamo seguito i progressi dello sviluppo Honda molto da vicino, essendo stato montato ovviamente sul nostro team satellite questa stagione. Guidati da una decisione dettata da scelte tecniche, abbiamo optato per prendere una strada differente per;il futuro.”

“Guardando indietro al nostro periodo con Renault, ovviamente ci sono stati degli alti e bassi, ma nel complesso è stata una partnership di gran successo, con 150 podi, 57 Gran Premi vinti e 8 titoli mondiali in questi 12 anni. Speriamo di aggiungerne altri a partire da adesso fino alla fine della stagione,;ma ovviamente il 2019 è una nuova avventura per noi e l’attendiamo con ansia”.

“La Renault, sin da quando ci hanno fornito la Power Unit, ha avuto un team di lavoro, hanno lasciato lo sport e sono ritornati, ma ciò in cui sono stati sempre egregi con noi è stata la parità di trattamento e lo “stato dell’arte” del loro materiale e non abbiamo ragioni di credere che non continuerà così fino alla fine dell’anno”.

Ti piacerebbe scrivere news o approfondimenti sulla F1, MotoGP o qualsiasi altra categoria motoristica?
F1inGenerale è alla ricerca di nuovi editori. Clicca qui per info


Archiviata la decisione per le power unit 2019, restano ancora dei nodi da sciogliere. Uno su tutti, il futuro di Daniel Ricciardo, al momento al centro di voci di mercato tra Red Bull, Renault, McLaren e Ferrari.

“Per quanto riguarda la situazione con Daniel [Ricciardo], penso che ci sia l’intenzione da entrambe le parti di andare avanti. La prima cosa da fare era chiudere la situazione motore. Questo adesso è stato fatto. Daniel comprende il fondamento logico e tecnico dietro questa decisione. Non dimentichiamoci che è stato in una macchina che nell’ultimo paio di Gran Premi ha doppiato le macchine alla nostra sinistra [Renault e McLaren, presenti alla conferenza con Boullier e Abiteoul]. Sarebbe quindi una decisione molto audace quella di scendere da una macchina che ha vinto due Gran Premi quest’anno come una pretendente al titolo. Sarei sorpreso se decidesse di andarsene, perché c’è una buona sintonia tra lui e la Red Bull, ma così è la Formula 1”.

“Ovviamente la nostra priorità è vedere se riusciamo a trovare un modo per trattenere Daniel. Penso che le cose stiano andando nel verso giusto. Abbiamo già un talento in prestito a Cyrili ( Carlos Sainz, in prestito alla Renault, ndr) e non abbiamo carenza di richieste dall’esterno per i nostri piloti sotto contratto.
Ovviamente, le macchine si stanno comportando bene e non c’è carenza di domanda di piloti che vorrebbero salire sulla nostra vettura l’anno prossimo, ma la nostra priorità è confermare la stessa line-up di piloti per i prossimi due anni”.

GP Francia

Infine, non bisogna perdere di vista gli obbiettivi a breve termine, uno su tutti il Gran Premio di Domenica.

Siamo outsiders in entrambi i campionati, il piloti e il costruttori e crediamo di avere ancora delle opportunità per chiudere il gap dalle vetture davanti e avremo bisogno del supporto Renault per riuscirci entro la fine dell’anno, ma sono fiducioso”

Con la preoccupazione power unit in meno, adesso tutte le attenzioni sono rivolte sulla questione Daniel Ricciardo. Sarà importante valutare se l’eventuale riuscita della chiusura del gap influenzerà la decisione dell’australiano o se invece proprio le voci di mercato saranno di ostacolo per il raggiungimento di questo obbiettivo.


F1 | Conferenza stampa, GP Francia – Horner: “La priorità è tenere Ricciardo”
Lascia un voto
mm

Carlo Platella

Nato e cresciuto a Torino, studio ingegneria dell'Autoveicolo nel Politecnico della mia città. Ho una grande passione per il motorsport in tutte le sue forme che mi piace trasmettere negli articoli. Lavoro nella Squadra Corse della mia università con la speranza un giorno di entrare in Formula 1.