F1 | Conferenza stampa GP Messico – Perez: “Vettel? E’ un quattro volte campione non a caso.”

Sergio Perez, invitato alla conferenza stampa del giovedì, si è dichiarato pronto a correre il suo GP di casa, alla ricerca del piazzamento migliore per insidiare la settima posizione del mondiale piloti. perez conferenza gp messico

Foto: Sky.it

Concentrati sull’appassionante triello Ferrari – Mercedes – Redbull, è facile perdere di vista le altre battaglie – non meno entusiasmanti – che animano il centro griglia. A tre gare dalla conclusione ancora deve delinearsi la squadra e il pilota che si classificheranno come “migliori degli altri”. La Force India nella seconda parte della stagione ha ritrovato ottime performance: tuttavia, a causa dell’azzeramento dei punti con la nuova titolarità, il team indiano non ha la possibilità di insidiare la 4° posizione del campionato costruttori. Però Perez, a quattro gare dalla conclusione, si ritrova soltato a quattro punti dalla settima posizione, occupata attualmente da Hulkemberg.

La conferenza stampa

D: Gara di casa, puoi darci un’idea di come è stata la preparazione per questa gara?

R: “è fantastico, questo è sempre stato un grande evento, vediamo che in alcuni paesi l’entusiasmo va a scemare di anno in anno, ma qua i media e i fan sono entusiasti. Il sostengo che ricevo per tutto il weekend è fantastico e sono sicuro che anche quest’anno sarà un weekend unico.”

D: Sei sempre andato a punti qui, puoi ripeterti?

R: “È l’obbiettivo minimo, cerco di fare del mio meglio, credo che saremo forti e che riusciremo a lottare per il miglior posto, ossia per la seconda parte della griglia. La Renault ha dimostrato una grande forza nell’ultimo weekend ma pensiamo di essere lì a giocarcela”

D: Che ruolo pensi abbia l’esperienza in questo sport?

R: “Credo che esperienza aiuti nel senso che può migliorarti a dirigere il team, a costruirlo attorno a te, a fare progressi con l’assetto, qua l’esperienza è un buon bonus. Però si arriva ad un certo punto in cui l’esperienza non cambia più nulla.”

D: “La F1 è tornata in america latina ma tu da un paio di stagioni sei l’unico pilota latino-americano ed è passato tanto tempo dall’ultimo campione latino-americano. Che difficoltà devono affrontare i piloti latini-americani?

R:  “E difficile per tutti raggiungere e poi restare in Formula 1. È davvero dura, vedo altri piloti che emergono nelle varie serie ma arrivare in Formula 1 è particolarmente difficile per i latini americani. Bisogna trasferirsi in Europa presto, far sacrifici più grandi dei piloti europei, quindi è molto dura. Ci sono comunque alcuni che stanno emergendo, vedremo se raggiungeranno o meno la Formula 1.”


D: Nei 5 anni alla Force India ti sei affermato come un fattore importante anche grazie ai partner commerciali. E’ probabile che l’anno prossimo però il tuo compagno sarà il figlio del proprietario, cosa cambierà?

R: “Non penso cambierà molto, alla fine l’interesse del team e del proprietario è che la squadra abbia successo, per questo si ha bisogno di due macchine al 100%, due piloti veloci e un team che sviluppi la macchina il più velocemente possibile. Chi arriverà qua come secondo pilota imparerà molto, avremo un budget importante, quindi penso che potremmo essere una grande sorpresa.”

D: Questa è l’ultima stagione di Alonso. Ti mancherà?

R: “Prima o poi tutti dovranno smettere, quest’anno è arrivato il suo momento. E’ una persona molto in gamba, una delle persone con cui vado più d’accordo. E sicuramente mi mancherà. Magari tornerà o magari no, ciò che è indubbio è che è una delle leggende di questo sport”

D: Sei sorpreso dagli errori di Vettel quest’anno? Ha buttato via il campionato considerando il vantaggio della prima parte di stagione?

R: “Vettel è un pilota fantastico, è difficile giudicare le prestazioni quando non fai parte del suo team e non si sa come vanno le cose. Ha fatto errori e a volte erano tentativi disperati per raggiungere ciò che non era più possibile raggiungere. Ma è un quattro volte campione del mondo non a caso. Sono convinto che tornerà a lottare e avrà opportunità di combattere contro Lewis e la Mercedes anche se lottare contro loro non è facile.”

F1| I cerchioni Mercedes: cronaca di una questione mal gestita

 

perez conferenza gp messico perez conferenza gp messico perez conferenza gp messico perez conferenza gp messico perez conferenza gp messico perez conferenza gp messico

F1 | Conferenza stampa GP Messico – Perez: “Vettel? E’ un quattro volte campione non a caso.”
Lascia un voto

Davide Galli

Studente di giurisprudenza e appassionatissimo fin dall’infanzia di Formula 1. Amo qualunque cosa faccia "bruum"