F1 | Confermata la squalifica di Grosjean a Monza

Nulla da fare per la Haas: il Tribunale d’Appello della FIA a Parigi ha confermato la squalifica di Romain Grosjean a causa di un’irregolarità nel fondo durante il Gran Premio d’Italia.

Non è certamente un buon periodo per la Haas: da Monza in poi la scuderia statunitense ha conquistato solo 8 punti – 4 Magnussen e 4 Grosjean. Per una squadra che lotta per il quarto posto nei costruttori non è certo il massimo. A Monza, pista di motore, la Haas aveva iniziato bene il weekend ma man mano la situazione è peggiorata: mentre Magnussen aveva condotto una gara disastrosa, Grosjean aveva terminato la gara in sesta posizione. Successivamente, la Renault aveva fatto una richiesta alla FIA per controllare il fondo della Haas, risultato irregolare.

Grosjean VF18
Grosjean a Monza seguito da Sainz.

La ricostruzione dei fatti

A seguito di una protesta presentata dalla Renault contro la Haas di Grosjean subito dopo la gara di Formula 1 a Monza, gli steward hanno chiesto al delegato tecnico della FIA di indagare.

In una prima dichiarazione rilasciata dai commissari è emerso che il fondo della monoposto numero 8 è stato trovato non conforme al regolamento, in particolare all’articolo 3.7.1 d.

L’articolo citato afferma: “La superficie formata da tutte le parti che si trovano sul piano di riferimento deve avere un raggio di 50 millimetri (+/- 2mm) su ogni angolo anteriore visto direttamente da sotto la macchina; questo viene applicato dopo che la superficie è stata definita.”

Il primo documento a sinistra è il ricorso della Renault – il documento a sinistra è il ricorso della Haas – il documento al centro è il riscontro della FIA
Il primo documento a sinistra è il ricorso della Renault – il documento sulla destra è il ricorso della Haas – il documento al centro è il riscontro della FIA

Nick Chester, direttore tecnico della Renault ha dichiarato: “Queste regole tecniche – soprattutto quelle legate alla sicurezza – vanno severamente rispettate. Siamo soddisfatti della decisione finale presa e ringraziamo la Corte e la FIA per il loro lavoro. Adesso la squadra è concentrata su questo finale di stagione.”

Nick Chester
Nick Chester

Gunther Steiner replica: “Chiaramente siamo delusi per non aver vinto il ricorso. Semplicemente adesso guardiamo avanti alle ultime due gare della stagione. Continueremo a lottare in pista. Dovremmo guadagnare più punti per concludere nel miglior modo la nostra miglior stagione in F1.”

Una battaglia serrata che si gioca anche su questi piccoli dettagli

Renault e Haas si giocano il quarto posto nel mondiale costruttori. La Haas sta disputando la sua miglior stagione da quando è in Formula 1. Tanti sono i punti persi per strada come in Australia, ma un calo di competitività della scuderia americana è abbastanza evidente. Negli Stati Uniti la prestazione è stata buona, ma in quel caso Magnussen è stato squalificato. Mentre Magnussen è stato veloce già dall’inizio dell’anno, Grosjean ha commesso diversi errori, entrando in forma solamente dal GP d’Austria. La Renault è stata più costante durante l’anno e ottime sono state le prestazioni sia su circuiti di motore sia di carico. Riguardo i piloti sia Hulkenberg che Sainz sono stati competitivi da Melbourne.

 

F1 | Confermata la squalifica di Grosjean a Monza
Lascia un voto

Emanuele Zullo

Sono un ragazzo di 13 anni e la mia passione per lo sport è immensa. Spero di coronare il mio sogno, quello di diventare un giornalista sportivo.