F1 | Coronavirus: test ogni 48 ore per chi entrerà nel paddock

I membri del paddock di Formula 1 saranno testati per il Coronavirus ogni due giorni quando la stagione 2020 riprenderà a correre, a porte chiuse, dal mese di luglio.

paddock test Coronavirus
credits web

La Formula 1 sta lavorando per poter disputare il Campionato 2020 in sicurezza, hanno deciso di effettuare i test per il Coronavirus ogni 48 ore per coloro che entrano nel paddock.

La stagione 2020 di Formula 1 dovrebbe iniziare il 5 luglio con il Gran Premio d’Austria.

L’amministratore delegato di F1 Ross Brawn ha detto che il campionato sta “lavorando a stretto contatto con la FIA” per capire come disputare le gare a porte chiuse.

La FIA sta facendo un ottimo lavoro nel mettere insieme la struttura di cui abbiamo bisogno“, ha detto Brawn a Sky. “Effettueremo dei test a tutti e avranno un’autorizzazione prima di poter entrare nel paddock”.

Poi ogni due giorni saranno testati mentre nel paddock. Questo sarà con un’autorità e un sistema autorizzati. Certamente per tutte le gare europee useremo la stessa struttura per condurre quel test. Possiamo assicurarci che tutti siano stati testati che si trova in quell’ambiente [è] testato regolarmente.”

La NASCAR inizia il 17 maggio

Mentre i team di F1 devono andare in più paesi, altre serie, come NASCAR, che si corrono all’interno di un singolo paese, riprendono, senza tifosi, già il 17 maggio.

Secondo l’emittente statunitense Fox, la NASCAR non ha intenzione di fare test per il Coranavirus. Tutti i piloti NASCAR o membri dei team, che presentano sintomi di Covid-19, andranno in isolamento obbligato per 14 giorni.  NASCAR permetterà ‘rinunce per ragioni mediche’ per le gare saltate.

Metteremo delle restrizioni sui movimenti delle persone all’interno del paddock“, ha detto. “Non possiamo imporre le distanze sociali all’interno di un team, quindi dobbiamo creare un ambiente dentro di sé, in modo che sia una piccola bolla di isolamento. Le squadre rimarranno insieme, non si mescoleranno con le altre squadre.

Ti piacerebbe scrivere news o approfondimenti sulla F1, MotoGP o qualsiasi altra categoria motoristica?
F1inGenerale è alla ricerca di nuovi editori.Clicca qui per info

Saranno necessarie disposizioni diverse per alcuni membri del personale coinvolti nella corsa”, ha aggiunto Brawn.

Stiamo solo lavorando con quelle persone che a volte devono andare in tutti i garage, come funzionerà e cosa possiamo fare lì. Quindi noi e la FIA stiamo lavorando tantissimo ai protocolli”.

Sono molto incoraggiato da ciò che sto vedendo e da quello che sento, saremo in grado di fornire un ambiente sicuro in modo da poter ancora [correre] correttamente“.

Seguici su Instagram 

F1 | Vota il casco migliore del 2020: Quarti [Prima parte]

 

Victoria L.

Lavoro come account in una web agency. Appassionata di Formula 1 e tifosa della Ferrari da quando vidi il Gran Premio di Jerez del 1997.