F1 | Dall’Inghilterra: Mick Schumacher in Ferrari nel 2023? Il possibile scenario

Le voci rimbalzano dall’Inghilterra: Mick Schumacher si appresta a prolungare il legame con Ferrari, possibilità di un sedile nel 2023?

Il rapporto che lega Mick Schumacher alla Ferrari dura ormai da tre anni: era il 2019 quando la rossa soffiò il figlio del Kaiser a Mercedes, portando il giovane talento in Ferrari Driver Academy. Sotto l’insegna del Cavallino Rampante il 22enne tedesco ha trionfato in Formula 2 nel 2020, guadagnando un sedile in Haas per la stagione in corso.

Schumi Jr, approdato nella scuderia a stelle e strisce, si è trovato tra le mani la vettura più debole del Circus. Senza grandi possibilità di conquistare punti ed emergere, la bagarre si è concentrata con chi, nelle corse, è sempre il primo rivale: il compagno di squadra. Il confronto con il compagno Nikita Mazepin sorride al rookie teutonico, capace di precedere per dieci volte su dodici il russo alla bandiera a scacchi.

Giungiamo ora alla voce che giunge dall’Inghilterra; a riportarla è il giornalista londinese Joe Saward sul proprio blog. La penna del britannico scrive, concentrandosi dapprima sulle voci che – nelle recenti settimane – volevano Schumacher in Alfa Romeo: Mick in Alfa nel 2022? Non sono voci vere“.


Leggi anche: F1 | Rumors Mercato – Valzer dei piloti: dentro De Vries e Albon, addio Giovinazzi?


Schumacher sta facendo bene in Haas quest’anno, meglio di quanto molti si aspettassero. Nelle ultime settimane però, Nikita Mazepin – cambiato telaio ed aumentata la fiducia – ha iniziato a batterlo“, scrive Saward.

L’inglese si sofferma sul rapporto tra il giovane tedesco e la scuderia emiliana: “Schumacher ha firmato – negli anni passati – un contratto a lungo termine con Ferrari. Questo accordo è ora in fase di rinegoziazione. Potrei azzardare che potrebbe essere ufficializzato a Monza, dove il Cavallino è solito fare annunci”.

Quindi la voce sul futuro: “Se Mick Schumacher facesse bene con Haas nel 2022, allora potrebbe (non “dovrebbe”) andare a rimpiazzare Carlos Sainz in Ferrari nel 2023. È un grande “se”, e Carlos sta compiendo un ottimo lavoro, ma sembra lo scenario più probabile“, conclude Saward.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.