Pubblicato il 6 Gennaio, 2021 alle 17:56

F1 | Davide Brivio pronto a lasciare la Suzuki in MotoGP per diventare CEO di Alpine

L’attuale direttore del team Suzuki in MotoGP Davide Brivio sarebbe pronto a lasciare il Motomondiale per diventare CEO del team Alpine in Formula Uno.

Foto: profilo Twitter @rallynoticias

Davide Brivio sarebbe pronto a lasciare Suzuki. L’indiscrezione, arrivata dall’Inghilterra, ha dell’incredibile. Brivio, dal 2015  direttore del team Suzuki Ecstar, portato alla vittoria con Joan Mir nell’ultimo Motomondiale, lascerebbe per la prima volta il mondo delle due ruote per approdare nel team Alpine di F1.

L’indiscrezione, che per ora non ha ricevuto conferme e smentite, proviene dal sito inglese autosport.com, che afferma di aver ricevuto tale notizia da fonti molto affidabili e vicini a Renault. Infatti, il manager italiano lascerebbe Suzuki per approdare nel team Renault che, dal primo gennaio, è stato rinominato Alpine.

Il cambiamento nell’organigramma del team francese nasce dall’addio di Cyril Abiteboul al ruolo di Team Principal per passare a un ruolo manageriale in Renault. L’addio del TP francese ha aperto le porte all’arrivo di Marcin Budkowski nel ruolo di direttore del team. L’ingegnere francese, nel corso dell’ultima stagione, ha ricoperto il ruolo di direttore esecutivo del team. Il posto lasciato libero da Budkowski verrebbe preso da Brivio che diventerebbe CEO o direttore esecutivo del team, con il compito di sovrintendere e coordinare la struttura F1 del marchio Alpine.

Leggi anche:

F1 | Possibile variazione dell’orario dei GP di F1, si parte alle 14?

Questa novità rappresenterebbe l’ennesimo cambiamento apportato dal nuovo AD di Renault Luca De Meo. Infatti, l’ex direttore del marchio Seat ha sin da subito dimostrato un grande interesse verso lo sviluppo in ambito sportivo del gruppo Renault. Interesse confermato con l’ingaggio di Alonso e la riorganizzazione dei ruoli interni alla divisione sportiva.

Davide Brivio non ha esperienza nel motorsport, ma può vantare una grande esperienza e grandi capacità manageriali all’interno di team. Infatti, dopo dodici anni passati in Superbike con Yamaha, nel 2002 il tecnico milanese è passato in MotoGP, rimanendo nella casa dei tre diapason. Lì ha guidato il team per tutto il periodo d’oro di Rossi. Nel 2015 ha accettato la scommessa di passare alla rientrante Suzuki che guida alla crescita con un ambiente molto unito, efficiente e piloti giovani di grande talento come Vinales, Rins e il neo campione del mondo in carica Mir. Con il pilota spagnolo la casa giapponese ha vinto il suo primo mondiale MotoGP e il primo mondiale della classe regina dal 2000. Nel caso la notizia fosse confermata, l’auspicio per Brivio, la dirigenza francese e i tifosi è quella di creare un ambiente sereno, efficiente, e soprattutto vincente.

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

MotoGP | Aggiornamento sulle condizioni di Fausto Gresini: “Gravi, ma stabili”

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico
Disqus Comments Loading...