F1 | Domenicali: “In Bahrain riunione per discutere del caso Mazepin”

Il nuovo CEO della Formula 1 Stefano Domenicali ha affermato di avere in agenda una riunione in Bahrain per poter parlare della vicenda che ha visto Mazepin protagonista nel mese di dicembre.

Domenicali Mazepin

Nikita Mazepin è in una tempesta di critiche per i suoi atteggiamenti fuori dalle piste che non sono assolutamente passati inosservati. Domenicali Mazepin

Il russo è stato appena multato per non essersi fermato al semaforo pur essendo rosso. Pena 313 euro e tre punti sulla patente di guida. Tuttavia questa è probabilmente la meno grave delle bravate che ha commesso il futuro pilota della Haas. 

Mazepin fu infatti nell’occhio del ciclone per aver pubblicato, poi cancellato dopo pochi minuti, sui suoi social un video in cui esagerava con una ragazza.

Gunther Steiner ha affermato che il caso è stato discusso e archiviato con provvedimenti interni, anche se la Formula 1 non può restare a guardare.

Stefano Domenicali intende organizzare una riunione in occasione del primo Gran Premio dell’anno in Bahrain al fine di discutere della vicenda e trarre conclusioni per il futuro.

“Direi che è abbastanza chiaro che ciò che ha fatto Mazepin non è accettabile.” ha spiegato Domenicali in una conferenza virtuale. “Dobbiamo assicurarci che nelle conversazioni che abbiamo loro capiscano che non possiamo scherzare su certe cose. Non è impossibile. E’ importante capire che non sono modelli da seguire”.

“La cosa importante è che i piloti comprendano il valore che hanno come ambasciatori positivi per la F1. Non è solo lo sport, sono i valori su cui si concentra la F1. Il progetto ‘We Race as one’, di diversità e sostenibilità. Li ho invitati a un incontro, l’obiettivo è averlo in Bahrain, per parlare e condividere questa opportunità.” ha aggiunto l’ex AD di Lamborghini.

“Non abbiamo mai avuto così tanti piloti giovani e di talento e non possiamo permetterci di perdere l’occasione di far comprendere loro che sono più che piloti. Hanno una grande responsabilità, sono il volto del nostro sport.” conclude Domenicali.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F3 | Petecof lascia la FDA: “Bello salutare da campione”

Emanuele Zullo

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.