F1 | Domenicali: “La F1 sopravvivrà ad un eventuale addio di Hamilton a fine anno”

Stefano Domenicali ha detto che la F1 sarà capace di reggere l’impatto dell’eventuale ritiro a fine stagione del sette volte campione del mondo Lewis Hamilton.

addio Hamilton F1
Foto: sportfair

Il contratto di Hamilton scadrà a fine 2021: questo fatto ha dato inevitabilmente il via alle speculazioni su un suo possibile addio alla F1 a fine anno, specialmente se dovesse vincere nuovamente il titolo mondiale, entrando così, ancora di più, nella leggenda del motorsport.

Lewis stesso ha ripetuto che una decisione non l’ha ancora presa. Recentemente ha però testato le gomme Pirelli da 18 pollici che si useranno a partire dal prossimo anno. E, a proposito della prossima stagione, si è detto entusiasta dei cambi regolamentari che verranno attuati.

Ad una domanda degli analisti di Wall Street sull’impatto che il ritiro di Hamilton potrebbe avere sulla F1, Domenicali ha risposto che il circus è sempre andato avanti anche dopo i ritiri dei più grandi campioni e che quindi saprà reagire bene.

“Sicuramente Hamilton è una grande risorsa. Sta facendo un grande lavoro in termini di immagine per il nostro sport. È in grado di far crescere la F1 in posti che non hanno un gran legame con noi”, afferma Domenicali.

Leggi anche: F1 | Leclerc: “Nelle gare sprint si può spingere al massimo tutto il tempo”

Ma la F1 è forte di per sé, e i piloti prima o poi dovranno ritirarsi per forza. Non sappiamo cosa farà Hamilton, di sicuro adesso è concentrato sull’attuale stagione ed è totalmente motivato dal fatto che potrebbe essere l’unico pilota a raggiungere gli 8 titoli mondiali”, prosegue.

“La F1 è solida, e qualunque sarà la decisione di Hamilton reagiremo e andremo avanti. La buona notizia è che se Lewis rimarrà, come speriamo, avrà un’incredibile stagione da affrontare con le nuove auto, che sarà sicuramente interessante. Se invece deciderà di andare, la buona notizia è che in F1 ci sono così tanti bravi piloti che le sfide saranno ancora più avvincenti”.

“Ovviamente, qualunque essa sia, rispetteremo la scelta di Lewis. Ma la F1 è forte“, conclude convinto Domenicali.

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

Nicola Fedeli

Studente di Scienze Politiche e Relazioni Internazionali. Sono un grande appassionato di F1 e di MotoGP da sempre.