F1 | Domenicali sul calendario 2022: “Qualifiche sprint in sette o otto gare la prossima stagione”

Il CEO Stefano Domenicali ha parlato del calendario 2022 e della possibilità che per un terzo della stagione siano presenti le qualifiche sprint.

domenicali Sprint qualifiche 2022
Foto: F1 Twitter

 

Il CEO Stefano Domenicali ha parlato del calendario 2022 e della possibilità che per un terzo della stagione siano presenti le qualifiche sprint. L’italiano ha dichiarato che il calendario 2022 prevede 23 gare. Inizierà a metà marzo e terminerà a metà novembre. Per la prima volta dopo circa un decennio, la F1 chiuderà i battenti prima di dicembre. La spiegazione è molto semplice: evitare di avvicinarsi troppo alla data dei Mondiali di calcio in Qatar.

“Posso anticipare che, di sicuro, il calendario sarà fatto di 23 gare“, ha detto Domenicali. “Naturalmente saremo molto rispettosi nei confronti delle normative Covid emanate in tutto il mondo dai diversi governi. Ma questo è il nostro obiettivo: che la F1 possa dare questo segno di speranza e tornare alle cose normali divertendosi”. Ha poi spiegato: “L’idea è assicurarsi che ci sia il giusto ritmo nel calendario. Ci sono ovviamente considerazioni legate al fatto di assicurarsi che il flusso logistico possa essere giusto. Una cosa che posso dirvi, senza scoprire troppe cose, è che l’anno prossimo la stagione inizierà a metà marzo e terminerà a metà novembre”.


Leggi anche

F1 | Wolff: “Non sono sicuro delle condizioni della Power Unit Mercedes per le ultime gare della stagione”


La stagione dovrebbe iniziare in Bahrain e finire ad Abu Dhabi. Sono allo studio anche le gare di Imola e Turchia. Tuttavia, ha rivelato che ci saranno più eventi Sprint di quelli che abbiamo visto in questa stagione. La nuova Qualifica Sprint, una breve gara del sabato che stabilisce la griglia per il Gran Premio di domenica, è stata finora provata in due eventi del 2021 – nei fine settimana a Silverstone e Monza – mentre un altro è previsto per il Brasile. Secondo Domenicali, il successo di quei fine settimana di tre giorni ha portato la F1 a pianificare di utilizzare molto di più il formato nel 2022, possibilmente in sette o otto round.

Abbiamo detto all’inizio dell’anno che ci sarebbero stati tre test quest’anno per assicurarci di avere il piano giusto per il futuro”, ha detto. “La stragrande maggioranza dei commenti che abbiamo ricevuto è stata super positiva. I promotori sono super felici perché c’è qualcosa di nuovo e importante il venerdì, sabato e domenica. Stiamo ricevendo questo feedback positivo, quindi il prossimo anno abbiamo un grande piano in cui prenderemo in considerazione anche i punti evidenziati da persone a cui non è piaciuto questo format. In generale è stato un successo incredibile”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Alessia Malacalza

Classe 2000, aspiro a lavorare nel mondo dello sport. Studio Comunicazione d'impresa e relazioni pubbliche a Milano.