Pubblicato il 13 Febbraio, 2021 alle 22:37

F1 | Doornbos avvisa: “Perez potrebbe essere l’asso nella manica della Red Bull nella lotta contro Mercedes”

“Con Perez Red Bull potrà iniziare a sfidare la Mercedes” così Doornbos, ex terzo pilota della scuderia austriaca nel 2006, ha parlato dell’arrivo del messicano in Red Bull. Secondo l’olandese, infatti, Perez potrebbe dimostrarsi un validissimo alleato nella lotta per interrompere il dominio Mercedes.

Credits: Unknown

“Con Perez Red Bull potrà iniziare a sfidare Mercedes” a parlare è Robert Doornbos, ex terzo pilota proprio della scuderia austriaca, che in un’intervista ha ammesso di riporre fiducia nelle qualità del pilota messicano.

Al termine di un 2020 soddisfacente si, per via della prima vittoria in carriera, ma anche estremamente difficile, infatti, Perez ha concluso la sua avventura in Racing Point. Un divorzio non semplice, voluto da una scuderia in crescita e pronta ad accogliere il campione del mondo Vettel, mentre per Perez si sono aperte le porte della Red Bull.

Dal 2021, infatti, il team austriaco schiererà sulla griglia di partenza proprio il messicano che avrà l’arduo compito di affiancare Verstappen. Impresa non facile, dunque, se si tiene conto di quanto hanno sfigurato molti dei compagni precedenti dell’olandese, ma che Perez sembra pronto ad affrontare.

“Affrontare Max sarà sicuramente una bella sfida perché è un pilota molto veloce ed è cresciuto tanto negli ultimi anni. Io però non vedo l’ora di iniziare a lavorare con lui, penso di avere il talento e l’esperienza che servono” aveva detto l’ex pilota della Racing Point in un’intervista qualche settimana fa.

E a dire la sua adesso è anche un’ex Red Bull, Robert Doornbos, pilota olandese del team nel 2006. Secondo Doornbos, infatti, Perez si potrebbe dimostrare un validissimo alleato per Verstappen, soprattutto per mettere fine alla monotonia del dominio Mercedes.

“Con Perez in Red Bull cambierà tutto. Ovviamente non voglio dire che sarà il migliore fin da subito, ma bisogna tenere a mente che ha 10 anni di esperienza in vari team. Quando lavori per così tanto tempo in un ambiente sviluppi delle abilità. Perez, nel momento del bisogno, la domenica, riesce ad estrarre il massimo dalla vettura” ha spiegato l’ex pilota.

“Red Bull non voleva altro che questo. Anche perchè è ciò che serve per poter iniziare a sfidare Mercedes. Ovviamente poi c’è anche il rischio che qualcosa vada storto e che riscontri delle difficoltà come alcuni dei precedenti piloti. A quel punto, però, sarà di grande aiuto l’esperienza accumulata negli anni. Mi aspetto tanto da lui!”

Seguici su Telegram, Facebook, Instagram, Twitter.

Calendario presentazioni F1 2021: Tutte le date comunicate dai team

 

 

Disqus Comments Loading...