F1 | Drastici licenziamenti in Renault: tagliati 15.000 posti di lavoro, ma il team resta in Formula 1

Renault ha presentato quest’oggi un piano che permetterà alla casa automobilistica di risparmiare 2000 milioni in tre anni sacrificando il posto di 14.600 dipendenti. Nonostante la crisi economica, il team conferma comunque l’impegno in Formula 1 per i prossimi anni

Renault resta in f1
Credits Daniel Ricciardo Facebook

Drastiche misure nel segno del risparmio: Renault prevede una riduzione della propria capacità produttiva da 4 milioni di veicoli a 3,3 milioni, il che comporterà il licenziamento di 4.600 dipendenti in Francia ed altri 10.000 nel resto del mondo. Questa manovra permetterà a Renault un risparmio di circa 2.000 milioni di euro nel giro di tre anni. La crisi che sta attraversando la casa francese l’ha portata anche a richiedere un prestito di circa 5 miliardi di euro al governo per affrontare le difficoltà cagionate dal Covid-19. Renault resta in f1

Nonostante la ristrutturazione interna e le manovre in ottica risparmio, Renault conferma comunque il suo impegno in Formula 1: secondo quanto dichiarato da Clotilde Debos, CEO ad interim della società, l’introduzione del budget cap ha giocato un ruolo determinante nella permanenza della squadra francese nel campionato. Renault resta in F1

“Abbiamo già annunciato che continueremo in Formula 1, con un team che è attualmente in fase di ricostruzione. Il fatto che FIA abbia annunciato il budget cap è una grande notizia per noi”

Il tetto massimo di spesa, si ricorda, è stato recentemente abbassato a 140 milioni di dollari per la stagione 2022 e scenderà fino a 135 milioni dal 2023 al 2025. Una drastica riduzione che aiuterà senz’altro le squadre con minore;capacità economica, che nelle ultime stagioni arrivano a spendere anche oltre 300 milioni in meno rispetto alle scuderie di punta.


La permanenza in Formula 1 della Renault è un’ottima notizia per il Circus. Con l’introduzione della nuovo ciclo di regolamenti tecnici previsto per il 2022, la squadra può puntare finalmente ad ambire alle posizioni di vertice. Il ritorno di Alonso, inoltre, pare sempre più vicino: la presenza dello spagnolo in squadra aiuterebbe senz’altro il team francese;in questo percorso, che dal 2015 ad oggi non ha dato ancora i propri frutti.

F1 | Williams verso la vendita, terminata la partnership con ROKiT

Davide Galli

Studente di giurisprudenza e appassionatissimo fin dall’infanzia di Formula 1. Amo qualunque cosa faccia "bruum"