F1 | Dubbio GP della Cina che potrebbe accodarsi all’Ungheria

A causa del coronavirus, tutti gli esperti prevedono che il Gran Premio della Cina verrà cancellato. I team hanno già discusso di date alternative, ma non sono ancora riusciti a concordare una soluzione.Dubbio GP della Cina

Dubbio GP della Cina

I boss della Formula 1 avevano effettivamente annunciato una stagione da record con 22 gare per il 2020. Ma ora sembra che il circus si fermerà solo 21 volte come l’anno precedente. La gara di Shanghai è più che rovesciata a causa della diffusione ancora crescente del coronavirus.

Dietro le quinte, i boss della F1 e le squadre hanno discusso il tema. Secondo le informazioni fornite da team e federazione, non è stata ancora presa una decisione ufficiale. La Formula 1 non può semplicemente annullare il quarto round della stagione di propria iniziativa. Altrimenti si incorrerebbe in infrazioni contrattuali e la conseguenza diretta sarebbe pagare una indennità contrattuale.Dubbio GP della Cina

Soltanto la Cina stessa può decidere per motivi extra contrattuali di annullare il Grand Prix di propria iniziativa. Le autorità locali di Shanghai hanno già preso una decisione ufficiale all’inizio di questa settimana in merito al fatto che non si potranno tenere eventi sportivi nella regione fino alla fine della crisi sanitaria nazionale.

Gli esperti prevedono che potrebbero essere necessarie fino a due settimane prima che venga presa la decisione ufficiale di annullare l’evento. Il fatto che la prima parte del materiale dovrebbe essere spedito a Shanghai nella prossima settimana non è ovviamente un problema. Il trasporto marittimo è relativamente poco incidente sui costi generali di un team rispetto alla mobilitazione generale per altre tappe del mondiale.

I cinesi non possono permettersi però troppo tempo. Entro la metà di marzo, i primi rappresentanti della produzione televisiva e della FIA dovrebbero recarsi a Shanghai per allestire i primi preparativi per l’evento in loco.

I team hanno già discusso su come reagire a una cancellazione. Si è ipotizzato di rinviare la gara, ma è altrettanto vero però che in realtà non c’è una data alternativa adatta e sicura.

Un ipotesi è quella di posticipare la gara di Shanghai il 9 agosto dopo Budapest. Quindi la pausa estiva verrebbe accorciata di una settimana. Questa teoria però è stata fortemente respinta dalla maggioranza delle squadre. Inoltre, nessuno può dire se la Cina avrà sotto controllo la crisi già ad agosto.

Una seconda soluzione alternativa è quella di preparare Shanghai come penultima gara tra il Brasile e la finale ad Abu Dhabi. Anche questa proposta è stata respinta però. Secondo i team tre fine settimana di gare di fila, articolati in tre continenti, alla fine della stagione è praticamente impossibile.

 

Seguici anche sui social:
Telegram Facebook Twitter Instagram

 

F1 | Prime immagini della nuova Mercedes W11

mm

Matteo Quattrocchi

Studente presso L’Università degli Studi di Pavia, fotografo sportivo e appassionato di motori da sempre.