F1 | Due punti di penalità per Vettel a Silverstone: “È stato un mio errore, pensavo che mi avrebbe lasciato spazio all’interno”

I commissari hanno deciso di sanzionare pesantemente Sebastian Vettel: la gravità dell’errore è costata non solo 10 secondi di penalità – tutto sommato superflui – ma anche due punti sulla patente, che vanno a sommarsi agli altri racimolati nell’ultimo anno Vettel penalità Silverstone

Gli errori si pagano, e quello di Vettel ha un prezzo salatissimo: sotto gli occhi increduli del numeroso pubblico di Silverstone, il tedesco, completamente immerso nella serrata lotta con Max Verstappen, ha perso il punto di frenata, andando a tamponare violentemente la vettura n°33.
Un errore pesante, che rigetta Vettel nel vortice di critiche dal quale era appena uscito, e l’eroica impresa di poche settimane fa in Canada sembra improvvisamente un lontano ed opaco ricordo. Vettel penalità Silverstone

Il tedesco, visibilmente affranto, si è avvicinato a Max Verstappen non appena conclusa la corsa, porgendogli le sue scuse che l’olandese pare;abbia accettato. Un’immagine che ci ha riportato a Shangai 2018, ma con le parti invertite.

Sebastian Vettel ha poi commentato così l’accaduto:

“Per quanto riguarda l’incidente con Max, si è trattato di un mio errore: a fine gara sono andato a parlargli e mi sono scusato. Pensavo che mi avrebbe lasciato uno spazio all’interno ma non è stato così, mi sono spostato per capire se stava per spostarsi al centro ma è rimasto;a sinistra. A quel punto per evitarlo era tardi, ero troppo vicino e così ci siamo toccati. Ferrari e Red Bull sono state molto vicine nelle ultime gare e sapevo che tenere dietro Max non sarebbe stato facile comunque.

A parte questo, il nostro passo gara oggi era abbastanza buono, i primi giri sono andati piuttosto bene e poi ho beneficiato dell’ingresso della Safety Car per superare tre monoposto. Non penso che oggi avremmo potuto vincere ma mi dispiace di non aver portato a casa nemmeno un punto”.

Le foto dell’incidente tra Vettel e Verstappen

I commissari hanno voluto infliggere una sanzione proporzionata all’errore: 10 secondi di penalità ed altri 2 punti sulla patente. E se della penalità, tutto sommato,;poco importava, per la piega che aveva preso la gara del tedesco, i 2 punti di penalità portano Vettel esattamente a metà (6 punti) dalla squalificazione per una gara, prevista per chi raggiunge quota 12.
Gli stewards nel comminare la sanzione hanno valutato tutte le circostanze:

“I commissari hanno guardato il video ed è evidente come la vettura n°5 ha bloccato le ruote in frenata e ha colpito il posteriore della vettura n°33. I;commissari sono giunti alla conclusione che la vettura numero 5 avesse la totale responsabilità dell’incidente”.

Il direttore di gara Michael Masi si è dichiarato concorde alla decisione degli stewards: “vedendo il filmato è abbastanza chiaro che Verstappen;si sarebbe mosso in quel modo, sembra che Vettel lo abbia giudicato male. Dal mio punto di vista non c’era alcun dubbio da quel che ho visto”

 

Seguici anche su Instagram

F1 | GP Silverstone 2019 – Leclerc: “Volevo far capire a Verstappen che la pista non è solo sua.”

Davide Galli

Studente di giurisprudenza e appassionatissimo fin dall’infanzia di Formula 1. Amo qualunque cosa faccia "bruum"