F1 | Due settimane per decidere il futuro del GP d’Australia 2021: tra COVID e 60 milioni di dollari

Esattamente come nell’anno appena trascorso, non si sa ancora se il Campionato Mondiale della F1 si aprirà a Melbourne. Secondo fonti locali, al 70% l’evento sarà rimandato o cancellato. GP Australia 2021

GP Australia 2021
L’Albert Park di Melbourne aperto al traffico urbano – Foto Donaldhyip

Il 2021 purtroppo si apre con gli stessi dubbi del 2020. L’inizio della nuova stagione di Formula 1 sarà probabilmente posticipato al 28 Marzo con il GP del Bahrain che sarà a tutti gli effetti l’evento d’apertura del Mondiale. GP Australia 2021

Il GP d’Australia, previsto nel weekend del 19-21 marzo, anche quest’anno infatti potrebbe essere cancellato o rinviato per evitare il riaccendersi della pandemia da COVID-19. Il governo australiano, che con severissime misure di prevenzione da settembre registra in media 30 nuovi contagi al giorno, difficilmente infatti aprirà le porte ad un evento internazionale che potrebbe trasformarsi un focolaio.

“Melbourne ospiterà nuovamente l’apertura della stagione di F1 nel tradizionale mese di marzo in modo da segnare la rinascita dello sporto ed eventi nello stato di Victoria”, avevano dichiarato gli organizzatori dell’evento ad Ottobre 2020.
Le aspettative degli organizzatori stanno però facendo i conti con la realtà di un virus che, mutando, ha aumentato la contagiosità.

Nell’incertezza più assoluta, gli organizzatori hanno solamente due settimane per decidere le sorti dell’evento. Per essere pronto come da programma, i lavori per la trasformazione del circuito semi-cittadino dell’Albert Park dovranno infatti iniziare non dopo la fine del mese di gennaio.

L’evento molto probabilmente, al 70% secondo fonti australiane, verrà rinviato o addirittura cancellato. Il rinvio infatti prevede una modifica del calendario di F1 con il GP d’Australia che potrebbe tenersi nel mese di ottobre, prima della trasferta in America.


Leggi anche:
Annunciato il calendario della stagione 2021: ecco le 23 gare del prossimo campionato


Da non sottovalutare anche l’aspetto economico, ad oggi non è ancora possibile acquistare i biglietti per assistere al primo weekend della F1. Il governo, che finanzia il GP d’Australia per oltre 60milioni di dollari, ha stimato una perdita nel biennio 2020-2021 di 23,3 miliardi e sta ancora valutando se ha senso utilizzare il denaro dei contribuenti per un evento che certamente non genererà gli utili previsti.


Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

F1 | Quanto hanno guadagnato i piloti nel 2020? Gasly un affare per AlphaTauri

 

mm

Marco Talluto

Ingegnere Gestionale appassionato di Formula 1. Social Media Manager dal 2009 con la voglia di trasmettere la mia passione per il motorsport.