F1 | ESCLUSIVA – Mercedes ad Imola con un nuovo fondo anti porpoising?

Grazie alla nostra presenza sul circuito di Imola, abbiamo incontrato dei meccanici Mercedes durante lo spostamento di un fondo, è arrivato il nuovo componente anti porpoising?

Mercedes W13 porpoising Imola fondo 2022 Lewis Hamilton George Russell Bottas Verstappen Charles Leclerc Ferrari F1-75
Meccanici che spostano un fondo ben coperto – Credits: F1inGenerale.com

Sin dai test pre-stagionali, Mercedes sembra essere tra le scuderie che maggiormente soffrono il porpoising. Infatti, durante i weekend di gara, sentiamo spesso sia Russell che Hamilton lamentarsi dell’eccessivo sobbalzamento della vettura. Tuttavia, i risultati ottenuti dalla scuderia della Stella, complici i molteplici problemi Red Bull, in questo momento sono incoraggianti. Inoltre, per provare a tornare ai vertici e avvicinare le prestazioni di Red Bull e Ferrari, Mercedes sembra aver pronto per il GP di Imola un nuovo fondo anti porpoising che, grazie alla presenza di un nostro inviato sul circuito di Imola, abbiamo visto in movimento.


Leggi anche: GP Imola – Cambia la configurazione dell’unica zona DRS


Un nuovo fondo risolverebbe il porpoising?

Russell prove libere Australia
George Russell sulla Mercedes W13 – Credit: Mercedes-AMG Petronas F1 Team

In Mercedes più volte è stato dichiarato che il problema principale della W13 riguarda il porpoising. Sebbene questo possa essere risolvibile adottando un fondo nuovo, non è assicurato che un nuovo elemento possa far tornare ai vertici le frecce d’argento. Infatti, oltre a garantire l’eliminazione dei sobbalzamenti, un fondo deve anche essere efficiente dal punto di vista aerodinamico. La difficoltà che stanno incontrando molte scuderie riguarda infatti la problematica di progettare un fondo che, oltre ad eliminare il porpoising, garantisca un aumento di efficienza. Basterà un nuovo fondo per avvicinare Mercedes a Ferrari e Red Bull o il progetto W13 presenta ulteriori problematiche?

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter