F1 | ESCLUSIVA – René Arnoux: “Non sento più il bisogno di guardare questa Formula 1”

A partecipare al programma dedicato alle Ferrari nate in e per la pista anche l’ex pilota di Formula 1 René Arnoux.

René Arnoux – Foto Ferrari

Il pilota Ferrari nelle stagioni 1983 e 1984 ci ha lasciato alcune riflessioni in merito alla differenza del rapporto dei piloti di oggi con i media rispetto a quanto accadeva durante il suo periodo di permanenza nella massima serie:

Ai miei tempi non esistevano responsabili stampa. Non avevamo bisogno di qualcuno che registrasse tutto quello che dicevamo. “Sono ancora in grado di ricordare quello che dico e quello che non dico”, ha scherzato il francese.

“In più,” ha continuato “i piloti di un tempo erano più schietti, mentre al giorno d’oggi nelle interviste ufficiali nessuno si sbilancia: il risultato sono interviste assolutamente banali, decise a tavolino”.


Un’altra differenza da F1 del passato e quella moderna è senza dubbio l’incidenza del fattore umano nelle corse. Con l’attuale campionato praticamente suddiviso in due classi (Formula 1 e la cosiddetta Formula 1.5),;per i top team, anche in caso di partenza dal fondo, è abbastanza semplice concludere la gara tra le prime sei posizioni.

Il protagonista di uno dei più grandi duelli nella storia della Formula 1 interrogato sul rapporto con l’attuale Formula 1, si;è così espresso: “Non guardo più i Gran Premi, non ne sento la necessità. Mi limito a concedermi della sana attività tra le curve a bordo di queste splendide vetture”.

Terminata l’intervista, chiediamo una foto al pilota francese ma, anche in questo caso, emerge una differenza con i piloti attuali: “Non fatemi la foto da solo, è il rapporto che si instaura tra pilota e giornalista che rende più interessante e unica l’intervista.”

Di Isabel I. e Aurora D.

Analisi Tecnica | Il raffreddamento di una Formula E

F1 | ESCLUSIVA – René Arnoux: “Non sento più il bisogno di guardare questa Formula 1”
Lascia un voto