F1 | Ferrari – Binotto: “Obiettivo nel 2022 è vincere delle gare, non dobbiamo essere presuntuosi”

In una lunga intervista concessa alla stampa, Mattia Binotto ha analizzato la stagione appena conclusasi della Ferrari parlando anche degli obiettivi del 2022, tra cui tornare a vincere delle gare.

Ferrari Binotto vincere 2022

Visto l’aumento di contagi da COVID-19, anche quest’anno la cena di Natale in casa Ferrari è stata annullata. In video-collegamento dal remote garage Ferrari, il team principal ha concesso una lunga chiacchierata con i giornalisti. Binotto si è soffermato in particolare sulla prossima stagione, il 2022, dove Ferrari è almeno obbligata a vincere dei GP. Per il prossimo anno la Scuderia dovrà disporre di una vettura competitiva dopo due stagioni buie per il Cavallino.

Partendo dalla stagione appena conclusasi Binotto ha spiegato, anche attraverso l’utilizzo di grafici, il grande miglioramento in tutti i fronti che c’è stato dal 2020. Nonostante ciò, anche quest’anno non si è raggiunta nessuna vittoria a differenza di Alpine e McLaren che avendo una vettura all’incirca sullo stesso livello della Ferrari, sono riuscite a conquistare comunque una gara. Stagione da sette, per come siamo cresciuti, in modo continuo e lineare, nonostante i regolamenti congelati. E i piloti meritano otto. Ma è ovvio che non possiamo essere soddisfatti, ha commentato il team principal della Scuderia di Maranello.

Obiettivi della prossima stagione

Sulla prossima stagione, sappiamo tutti che si partirà da un foglio bianco. I regolamenti sono completamente nuovi e la filosofia delle vetture cambierà totalmente rispetto a quelle che abbiamo visto fino ad oggi. Dal 2022 inizierà un nuovo ciclo per la Formula 1. I cicli si costruiscono con le vittorie – ha chiarito Binotto – quando dico che il prossimo anno dobbiamo essere in grado di vincere delle gare e di schierare una monoposto competitiva, per me vuol dire che dovremo confermare un ulteriore passo avanti nella direzione che porta a quello che deve essere il nostro obiettivo finale. Una stagione come quella di quest’anno non sarebbe più accettabile, io per primo non l’accetterei”.


Leggi anche: F1 | Carlos Sainz verso il rinnovo con Ferrari, insieme fino al 2024?


Mattia Binotto non vuole fare troppi proclami: “Non ho abbassato l’asticella, si tratta solo di intenderci su quale sarà il nostro target 2022. Oggi siamo alla vigilia dell’entrata in vigore di un regolamento totalmente nuovo, e sia noi che la concorrenza non possiamo sapere il livello dei valori in campo”.

Il team principal del Cavallino è consapevole della competitività mostrata da Mercedes e Red Bull in queste ultime stagioni. “Ovviamente supponiamo che se Mercedes e Red Bull sono riuscite in questi anni a sviluppare le monoposto che abbiamo visto, vuol dire che hanno strumenti, metodologie, calcoli, simulazioni, ed altre certezze che hanno affinato nel tempo. Ritengo presuntuoso dichiarare oggi che batteremo Mercedes e Red Bull, penso che l’approccio corretto sia quello di porci l’obiettivo di volercela giocare”.

Quante gare vogliamo vincere? Il più possibile, quando dico che come Ferrari dobbiamo ambire sempre al meglio, è vero, non vogliamo iniziare una stagione sottotono sul fronte delle aspettative. Quello che ci diremo al nostro interno è che ne vogliamo vincere più gare possibile”.

E quindi impossibile ad oggi stabilire quali saranno i valori in campo. Non si può parlare di mondiale obbligato quando ci si trova di fronte Mercedes e Red Bull, però è importante che la Ferrari torni ad alti livelli, a giocarsi le vittorie e a giocarsi le pole. Noi ambiamo a quello”, ha concluso Binotto.

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

Marco Cesaroni

Classe 2001, studente di Ingegneria Meccanica presso l'Università degli Studi di Perugia.