F1 | Ferrari, crash test superati con successo

La Ferrari è la seconda scuderia ad aver superato i crash test dopo la Racing Point. Il telaio della nuova vettura della Scuderia di Maranello è stato quindi omologato. Ferrari crash test

Ferrari crash test
L’incidente di Charles Leclerc durante le qualifiche del Gran Premio di Baku. Foto: Sport Virgilio

Comincia bene il 2020 della Ferrari: il telaio progettato a Maranello ha passato i crash test ed è stato quindi omologato quando tra un mese saranno tolti i veli dalla nuova vettura.

Le quindici prove che ha dovuto affrontare il progetto 671 – solo il giorno della presentazione conosceremo il nome ufficiale dell’auto di Sebastian Vettel e Charles Leclerc – hanno avuto tutte esito positivo.

Per poter essere autorizzati a scendere in pista bisogna superare 15 sessioni di crash test. Mentre negli anni scorsi erano necessari solo per i weekend di gara, ora lo sono anche per prendere parte a sessioni di test.

Il test è stato svolto al CSI di Milano, centro autorizzato dalla Federazione Internazionale dell’Automobile. L’Alfa Romeo ha effettuato i crash test nello stesso centro ma l’esito è stato del tutto negativo.

Come già detto prima, la Ferrari è il secondo team che ha superato i crash test insieme alla Racing Point di Sergio Perez e Lance Stroll.

In casa Ferrari il prossimo appuntamento è l’11 febbraio, data della presentazione della nuova Rossa.

Seguici su Telegram, FacebookInstagramTwitter.

F1 | Pubblicati gli orari dei weekend di gara [Orari Italiani]

Emanuele Zullo

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.