F1 | Ferrari e il cambio sulla monoposto di Leclerc: il vero obbiettivo è guadagnare punti su McLaren o puntare alla vittoria?

Le ultime notizie veicolate da Scuderia Ferrari affermano che il problema al cambio sulla monoposto n.16 di Leclerc non sarebbe così grave e che l’ufficialità arriverà domani in mattinata. Le strade percorribili potrebbero essere due. Meglio un cambio non al 100% che ti permetta di mantenere la pole, ma che ti porti ad avere maggiore rischio di DNF in gara, o un cambio nuovo (con penalità), ma con maggiore possibilità di portare a casa punti (tenendo conto della lotta con McLaren)?Ferrari monoposto Leclerc

E’ appena giunta la notizia da parte di Ferrari secondo cui il cambio di Leclerc avrebbe avuto meno danni di quanto previsto. Non ci sarebbe, quindi la necessità di montarne uno nuovo, nonostante l’ufficialità arriverà solo domani mattina. In realtà, le strade percorribili da Ferrari, a livello strategico, potrebbero essere ben due.

Gli uomini di Maranello potrebbero decidere di lasciare il cambio utilizzato da Leclerc in qualifica, sebbene non sia sicuro al 100% dopo il colpo preso. Questo permetterebbe al monegasco di mantenere la tanto attesa pole position al Gran Premio di casa e, chissà, ottenere una bella vittoria. Dall’altro lato, come già specificato, il cambio sulla monoposto n.16 ha subito un bel botto e il rischio che la situazione possa andare a peggiorare in gara e portare ad un ritiro potrebbe rilevarsi molto alto. Questo non farebbe bene al team. Ricordiamo quanto sia importante per la Ferrari cercare di portare a casa quanti più punti possibile rispetto a McLaren. Oggi il team di Woking ha fatto un ottimo lavoro, con un grandissimo (e pericolosissimo) Lando Norris in P5.

Un’altra soluzione, che porterebbe ad un minore rischio in gara, sarebbe quella di sostituire in ogni caso il cambio “ammaccato” con uno nuovo di zecca. Questo porterebbe Leclerc a partire dietro (5 posizioni), il che per una pista come Montecarlo è molto negativo, ma ci sarebbero molte più possibilità di ottenere punti con entrambe le vetture. Certo è che un ulteriore rischio che potrebbe comportare una situazione del genere, sarebbe il nervosismo e la voglia di un pilota come Leclerc di superare quante più auto possibile. Ricordiamo come nel 2019, dopo una strategia completamente sbagliata, il monegasco era partito nel GP di casa in 16esima posizione. L’obbiettivo di Leclerc era naturalmente superare quante più monoposto possibile per conquistare un bel bottino di punti. Nel duello con Hulkenberg ha però bucato e ha dovuto porre fine alla sua gara dopo pochi giri.


Leggi anche

F1 | GP Monaco – Leclerc fa la pole a casa sua: “Felicissimo, ma deluso per il muro. Preoccupato per il cambio”


Il commento di Binotto

Il boss della Ferrari, Mattia Binotto, ha chiarito che il team non correrà alcun rischio con il cambio di Leclerc, sottolineando l’importanza di massimizzare il suo bottino di punti a Monaco. “No, non ci giocheremo su“, ha detto Binotto dopo le qualifiche. “Penso che per noi l’importante, dopo una qualificazione del genere, sia cercare di massimizzare il numero di punti per il campionato, e ovviamente per farlo dobbiamo finire la gara. Quindi l’affidabilità è fondamentale, l’affidabilità rimane la priorità. Se abbiamo dei dubbi, lo cambieremo (il cambio) e lo sistemeremo sicuramente”. 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

 

Alessia Malacalza

Classe 2000, aspiro a lavorare nel mondo dello sport. Studio Comunicazione d'impresa e relazioni pubbliche a Milano.