A TCFormula 1

F1 | Ferrari “incomprensibile”, ma è la più temuta da Waché

Un’incomprensibile ma temibile Ferrari si affaccia con ambizione al mondiale 2024: Waché la indica – con stupore – come rivale principale.

Il mondiale che scatta in Bahrain trova la propria principale favorita nell’iridata Red Bull, capace ancora di stupire: ad inisidiarla ci proverà una “incomprensibile” Ferrari, indicata da Pierre Waché come principale pericolo per la Red Bull.

f1 ferrari waché redbull red bull incomprensibile equipe bahrain bahrein gp bahraingp sakhir
(Photo by Mark Thompson/Getty Images)

A Sakhir prende il via il campionato del mondo di F1 2024. La grande favorita è la Red Bull: a Milton Keynes hanno rivisto la vettura della passata stagione, sorprendendo gli addetti ai lavori, che l’hanno immediatamente onorata dei favori del pronostico.

I test pre-stagionali hanno mostrato sì una Red Bull in forma, con un Verstappen sin da subito a proprio agio, eppure c’è un altro team che – a differenza di quanto visto nel 2023 – ha mostrato sorrisi e ampi miglioramenti. La Ferrari è scesa in pista senza eccessivi proclami mostrando solidità e inviando positive indicazioni sulla propria competitività. Parlare di ambizioni mondiali è prematuro, ma creare qualche grattacapo alla Red Bull deve essere un target realistico.


Leggi anche: F1 | Dopo le accuse respinte, Horner rompe il silenzio con le prime dichiarazioni


Pierre Waché ha parlato all’Équipe. L’ingegnere del team di Milton Keynes si è guardato intorno, tentando di capire chi possa avere le carte giuste per mettere in difficoltà i campioni in carica. “Dire quale sarà la rivale principale? È difficile dirlo”, ha spiegato.

Il gruppo degli inseguitori è folto ed agguerrito. Il direttore tecnico del team di Horner nutre una “naturale” simpatia per Aston Martin: “Ho un ‘debole’ per l’Aston Martin”. Il team britannico è infatti “ideologicamente” sulla scia della Red Bull. “Loro hanno seguito pressoché la stessa filosofia che avevamo anche noi, perciò sono in grado di capirla meglio.”

La “verdona” di Mike Krack non è però la scuderia che impesierisce maggiormente Waché, incuriosito da un “incomprensibile” Cavallino. Il francese non comprende appieno la filosofia degli uomini di Vasseur, ma ne constata l’efficacia: “Fatico a capire l’aerodinamica superiore della Ferrari, eppure sembra che sia la più veloce“.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter