A TCFormula 1Interviste

F1 | Ferrari, la ricetta per attrarre nuovi tecnici è servita (e Hamilton non c’entra)

I nuovi tecnici in Ferrari arriveranno, o almeno questo è l’obiettivo futuro in F1 di Frédéric Vasseur, e l’ingaggio di Hamilton non c’entra.

Frédéric Vasseur vuole nuovi tecnici in Ferrari in F1, ma l’ingaggio di Lewis Hamilton non ha questo fine. Già da settimane si specula sui possibili nuovi innesti di Maranello, guardando innanzitutto in casa Mercedes. La speranza di molti tifosi è che il sette volte campione del mondo porti con sé alcune delle menti più brillanti della casa di Stoccarda, ma la strategia Ferrari non è (solo) quella.

F1 Ferrari Vasseur nuovi tecnici Hamilton
Charles Leclerc durante i test del Bahrain – Scuderia Ferrari

La Formula 1 sta per tornare. In Bahrain, dopo tre intensi giorni di test – e qualche polemica – si tornerà a correre nella gara inaugurale del Mondiale. Occhi puntati su Red Bull, ma non solo per aspirazioni sportive: il caso Christian Horner dovrebbe finalmente giungere ad una conclusione prima del weekend. Per tutti gli altri, invece, è tempo di scoprire i veri valori in pista.

Grande fermento in casa Ferrari. A Maranello si prospettano anni ricchi di lavoro e rivoluzioni. L’arrivo di Lewis Hamilton, nel 2025, aprirà le porte ad una nuova era della storia del Cavallino Rampante. Per Frédéric Vasseur e John Elkann è l’occasione per dare maggiore spinta alla grande rivoluzione cominciata a fine 2022. L’idea, intanto, è chiara: in Ferrari arriveranno tante nuove grandi personalità.

Ma sarà davvero Lewis Hamilton la chiave di tutti questi movimenti? No, secondo il team principal delle Rosse: “La nostra coppia di piloti è parte dell’equazione, ma la Scuderia Ferrari, la sua storia, la squadra, tutto ciò ha un ruolo fondamentale – ha spiegato Frédéric Vasseur, come riportato da Motorsport Week – I piloti fanno parte dei progetti a medio-termine“.


Leggi anche: F1 | Le gerarchie secondo McLaren: dove si piazzeranno Red Bull e Ferrari?


Nelle parole di Vasseur è evidente che la speranza di attrarre nuovo personale grazie alla presenza in squadra di Lewis Hamilton è viva, ma non può essere considerata una soluzione valida per il futuro. È la Ferrari in sé a dover avere un ruolo chiave nella costruzione di una struttura vincente, negli anni avvenire.

Importantissime saranno le prestazioni in pista della SF-24. La prossima stagione vedrà monoposto simili alle loro versioni 2024, in vista della rivoluzione 2026. Partire con il piede giusto darà alla Scuderia la spinta giusta per gestire al meglio gli anni di Lewis. Senza dimenticare che la Ferrari, infondo, è pur sempre la Ferrari.

Foto Copertina: Scuderia Ferrari

Seguici in Live Streaming su kick.com/f1ingenerale