F1 | Ferrari, motore ancora “nascosto”: maggior potenza nelle prossime gare

Mappatura conservativa in Bahrain per ridurre i rischi: il motore Ferrari non avrebbe ancora sfoggiato il meglio di sé, maggior potenza nei prossimi GP?

motore ferrari potenza
Fonte: ferrari.com

La doppietta nel gran premio inaugurale della stagione in Bahrain ha aperto nel migliore dei modi il 2022 degli uomini di Maranello. Nella notte di Sakhir le rosse di Charles Leclerc e Carlos Sainz hanno sbaragliato la concorrenza, ottenendo il massimo bottino che porta la Ferrari in vetta ad entrambe le graduatorie iridate. motore ferrari potenza

Il Cavallino torna a rampare dopo più di 900 giorni: era il 22 settembre 2019 quando, in quel di Singapore, Vettel e Leclerc tagliavano il traguardo in parata siglando l’ultima vittoria e l’ultima doppietta Ferrari. Gli uomini di Maranello tornano a vincere in grande stile, ricevendo commenti positivi da tutto il paddock. Il motore è stato indicato da molti come il migliore dell’intera griglia. Lo stesso Mattia Binotto, alla vigilia del weekend in Bahrain, aveva elogiato i progressi della propria power unit.


Leggi anche: F1 | Leclerc vs Verstappen: la bagarre in Bahrain dall’helmet cam della Ferrari [ VIDEO ]


A testimoniare la bontà del lavoro svolto in fabbrica sono i 5 motorizzati Ferrari nella zona punti del GP di Manama. Propulsore Ferrari tornato al livello dei concorrenti, forse addirittura superati. Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera nella giornata di martedì 22 febbraio Ferrari avrebbe mantenuto una mappatura più conservativa, con l’obiettivo di evitare spiacevoli sorprese.

“Nel primo gran premio”, riporta il giornale italiano, i tecnici della Ferrari hanno usato il motore al di sotto del proprio potenziale, in modo da non avvicinare in alcun modo i limiti di affidabilità prima di averli individuati”.

L’articolo del Corriere prosegue:La potenza sarà aumentata gradualmente nei prossimi weekend, non ancora in quello di Jeddah. È probabile che la seconda power unit possa essere introdotta tra quattro o cinque gare, messa in sicurezza l’affidabilità con una specifica evoluzione”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.