F1 | Ferrari, quartetto di piloti tra riserve e sviluppo

Ferrari punta su quattro dei propri migliori piloti per supportare i due titolari nella stagione 2023.

Ferrari piloti
Ferrari punta su quattro piloti a supporto di Leclerc e Sainz nel 2023 – Credit Photo: ©Ferrari

In Formula Uno, oggi più che mai, il lavoro di squadra è fondamentale. Per il 2023 Ferrari ha deciso di puntare su quattro piloti per supportare i due titolari, Charles Leclerc e Carlos Sainz Jr. I nomi scelti attingono dal bacino dei migliori piloti della casa del Cavallino.

Antonio Giovinazzi, ex pilota di F1, e Robert Shwartzman si divideranno il ruolo di terzo pilota lungo l’arco della stagione, e avranno così l’opportunità di salire sulla neonata vettura di Maranello al momento nota come “675”. I due alterneranno attività in pista ed attività al simulatore, nuovo di zecca, potendo così fornire feedback preziosissimo agli ingegneri.


Leggi anche: F1 | Causa legale in corso per De Vries: contestato un prestito non completamente risarcito


Al loro fianco opereranno anche due volti noti del mondo Ferrari in particolare nelle vetture a ruote coperte, ovvero Davide Rigon e Antonio Fuoco. Entrambi siederanno al simulatore, e data l’importanza di quest’ultimo in un epoca di test limitati, Ferrari ha puntato su due piloti in grado di fornire ottimi riscontri.


Per tutti e quattro il 2023 non si limiterà solamente al supporto della Scuderia F1. Giovinazzi e Fuoco saranno impegnati nel WEC con la nuovissima 499P, prima Ferrari a competere per l’assoluta a Le Mans dopo 50 anni, rispettivamente negli equipaggi 50 e 51. A Rigon e Shwartzman è invece stata riservata un’altra neonata della casa di Maranello, ovvero la 296 GT3.

Il lavoro da svolgere sarà fondamentale, e le notti passate al simulatore molteplici. Ferrari non ha certo scelto piloti a caso per questo ruolo, ma la collaborazione con ingegneri e piloti titolari sarà di vitale importanza. Solo il tempo potrà dire se la squadra è quella giusta, ma sulla carta non sembrano esserci dubbi al riguardo.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter