Formula 1

F1 | Ferrari SF-24 quanti miglioramenti: il confronto con la RB19 di Verstappen

Il confronto tra la simulazione di Sainz con la Ferrari SF-24 e i dati della RB19 di Verstappen evidenziano grandi miglioramenti sulla Rossa.

Siamo al secondo giorno di test pre stagionali e Carlos Sainz ha appena concluso la sua simulazione di passo gara al volante della Ferrari SF-24. Il confronto, in attesa di Verstappen, è subito con Perez, al volante della RB20.

Lo spagnolo mette in mostra un trend a basso degrado veramente invidiabile, a livello se non migliore di quello del messicano (che però ha girato in mattinata).

Abbiamo così deciso di confrontare la simulazione di Sainz con il passo gara di Verstappen e Leclerc visto nel GP dello scorso anno.

Ferrari SF 24 Verstappen
Confrontiamo i dati della simulazione di Sainz con la Ferrari SF-24 con quelli della RB19 di Verstappen.

Ferrari SF-24: il confronto con Verstappen e Leclerc

Lo spagnolo ha percorso un primo stint con gomma C3, un secondo con gomma C2 e l’ultimo con C1 per un totale di 58 giri. Uno in più rispetto al GP dello scorso anno.

La media tenuta da Sainz con la SF-24 è stata di 1.36.870. 

Guardando ai dati dello scorso anno, Verstappen aveva girato con una media sul giro di 1.37.460, Leclerc addirittura di 1.38.330.

La Rossa 2024, dunque. è più veloce di quasi sei decimi (-0.59s) rispetto alla RB19 e addirittura di quasi un secondo e mezzo (- 1.46s) rispetto alla SF-23.

Ferrari: terzo settore al top, motore ancora giù

A ciò va aggiunto che i dati registrati in rettilineo hanno evidenziato una velocità di punta di 9km/h più lenta rispetto alla Ferrari dello scorso anno. Rilievo significativo, che indica come la SF-24 stia ancora girando con mappature più conservative.

Più in generale, la telemetria di Sainz evidenzia una Ferrari decisamente brillante nelle curve dell’ultimo settore. Un dato che, come ricorderete, aveva distinto anche la F1-75 nel 2022.

Pare, dunque, che la SF-24 possa vantare un carico aerodinamico decisamente migliore rispetto alla SF-23. Ciò, comunque, non vuol dire essere davanti a Red Bull. Ma un ruolo di potenziale seconda forza sarebbe un ottimo punto di partenza per mettere i bastoni tra le ruote a Newey & Co.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter