A TCAnalisi TecnicaFormula 1

F1 | Ferrari SF-24, spunta un nuovo condotto vicino al Bypass Duct

La Ferrari SF-24 ha mostrato moltissime novità tecniche tra cui un interessante appendice posizionata vicino all’Halo ed al confermato Bypass Duct.

A Maranello c’è fiducia nel nuovo progetto. Cardile ha infatti confermato che con la SF-24 sono stati superati i limiti della precedente monoposto. Anche i piloti sembrano avere sensazioni migliori rispetto allo scorso anno. Dal lato tecnico la Ferrari SF-24 non ha mostrato novità rivoluzionarie ma un dettaglio ha catturato parecchia attenzione. A fianco dell’Halo, e sopra al confermato Bypass Duct, è infatti comparso un nuovo “condotto” per l’aria.

ferrari sf-24 dettaglio shakedown filming day charles leclerc carlos sainz fiorano maranallo bypass s duct 200km test bahrein
Dettaglio del nuovo bodywork sotto l’Halo

Evoluzione della SF-23

Ferrari aveva già introdotto il bypass duct sulla SF-23 generando la curiosità di molti. Questo canale pesca aria in ingresso alle pance e la porta sul cofano motore. Si genera quindi un soffiaggio che va ad energizzare il flusso d’aria in arrivo sull’engine cover.

I tecnici Ferrari hanno deciso di riproporre questo particolare dettaglio anche sulla SF-24. Ora però troviamo un anche un “convogliatore” installato sopra l’uscita del canale. Questo componente si connette alla base dell’Halo. Probabilmente serve a “pulire” il flusso d’aria per indirizzarlo in un modo specifico verso la parte posteriore della vettura.


Leggi anche: F1 | Analisi tecnica Ferrari SF-24: non solo le pance, tanti cambiamenti per lottare con Red Bull


L’idea è probabilmente quella di far lavorare questa nuova appendice in sinergia con il bypass duct, accelerando l’aria in uscita. In questo modo si cerca di alimentare il flusso d’aria sul cofano motore, ritardandone la separazione e migliorando quindi l’efficienza aerodinamica.

Un’altra ipotesi è che il flusso “soffiato” vada ad interagire con i gas caldi in uscita dalle branchie. Questi infatti non sono ordinati e quindi è plausibile che Ferrari possa provare a “pulirli” con l’aria in arrivo dal bypass duct.

Resta comunque evidente come Ferrari abbia mantenuto la propria identità. A Maranello infatti non si sono limiti a copiare i concetti Red Bull ma li hanno interpretati a proprio modo. Le prime sensazioni sembrano essere positive ma il vero potenziale della SF-24 lo si vedrà solo in Bahrain.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.