A TCFormula 1

F1 | Ferrari – Tensioni tra Vasseur e il CEO Vigna: di mezzo il rapporto con Wolff

Primi contrasti in Ferrari tra il Team Principal Vasseur e il CEO Benedetto Vigna: di mezzo anche il rapporto con Toto Wolff.

Ferrari Vasseur Villa
Prime tensioni in Ferrari tra Vigna e Vasseur: di mezzo anche il rapporto con Toto Wolff.

Che il clima in Ferrari non fosse particolarmente disteso lo si era capito. Una vera e propria “fuga” di cervelli è in atto, e come se ciò non bastasse, ora si sono aggiunte anche le prime, giustificate, preoccupazioni di Leclerc. Il monegasco, evidentemente impensierito dal terremoto interno alla Scuderia, ha così chiesto un colloquio con il CEO della rossa, Benedetto Vigna.

Proprio il numero uno della Ferrari, come riportato dal Corriere della Sera, non sarebbe peraltro soddisfatto di alcuni punti della gestione del neo Team Principal, Frederic Vasseur.

Vasseur – Vigna: prime tensioni

Il francese, in particolare, sarebbe colpevole di aver viaggiato alla volta del Bahrain insieme all’amico Toto Wolff. Episodio che, seppur all’apparenza innocuo, non è stato per nulla gradito dai vertici di Maranello. L’amicizia tra Vasseur il team principal Mercedes, in realtà, è cosa nota, tanto che i due si sarebbero persino confrontati nel motorhome della stella a tre punte dopo la corsa inaugurale.


Leggi anche: F1 | Rinnovamento Ferrari: Vasseur punta su una vecchia conoscenza


Questo screzio tra Vigna e Vasseur si aggiunge, in realtà, ad un’ulteriore vicenda risalente a qualche settimana fa. Il CEO della rossa, infatti, non avrebbe apprezzato un’iniziativa commerciale del francese, intento a stringere una partnership con un nuovo sponsor, invitandolo ad attenersi ai propri compiti.

Sicuramente non il migliore dei segnali, dato che su Maranello piomba ora il timore di un vero e proprio “vuoto tecnico” dopo la gestione Binotto.

Come riportato dal Corriere, dall’arrivo di Vigna in Ferrari si respira un clima di “incertezza e paura”. A pochi giorni dalla seconda gara stagionale, il 2023 della rossa si fa sempre più in salita.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter