F1 | Ferrari: test con le gomme Pirelli 2021 a febbraio

La Ferrari porterà due auto in pista a febbraio. La settimana prima dei test pre-stagionali la scuderia di Maranello testerà le gomme Pirelli 2021 da 18 pollici. Ferrari Test Pirelli 2021

Ferrari Test Pirelli 2021
Foto: Formula 1

A partire dal 2021 in Formula 1 saranno utilizzate le gomme da 18 pollici, sempre fornite da Pirelli.
Durante questa stagione McLaren e Renault hanno testato i nuovi pneumatici su auto 2019 riadattate per l’occasione. Anche Mercedes ha avuto l’opportunità di provarli nei test post-stagionali ad Abu Dhabi. Ferrari Test Pirelli 2021

La Ferrari sarà il prossimo team a testare le nuove gomme a Jerez il prossimo 8 febbraio, una decina di giorni prima dei test pre-stagionali 2020.
La decisione di ritardare questi test è stata presa dalla Ferrari per una questione di costi.

L’11 febbraio sarà svelata a Maranello la nuova vettura per la stagione 2020, che sarà pronta per entrare in pista il 18 febbraio per i test collettivi.
Nonostante la monoposto sia nelle fasi finali di produzione, ci sono specifiche regole che impediscono di trarre vantaggio dai test addizionali con Pirelli. In questa occasione, quindi, sarà concesso l’impiego di vetture della stagione 2018 o 2019. Ferrari non potrà quindi partecipare con la monoposto 2020.

Modifiche regolamentari

Pirelli 2021 Test McLaren
Test McLaren con le gomme 2021 [Credits: Pirelli Motorsport]
Le gomme da 18 pollici fanno parte delle modifiche regolamentari che entreranno in vigore dal 2021.
Le uniche informazioni che si possono ricavare in questi test riguardano il comportamento di gomme e cerchi. Non sarà quindi concesso provare nessuna auto o componente in ottica 2021.

I test di inizio stagione del 2020 sono stati ridotti da 8 a 6. I test post-stagionali, invece, sono stati estesi a tre giorni; almeno uno di essi dovrà prevedere un pilota della stagione 2020 alla guida per testare le gomme del 2021.
Questo richiederà una monoposto adattata specificatamente e, nonostante ogni team sia tecnicamente in grado di soddisfare questa richiesta, se non lo faranno dovranno rinunciare al giorno in più di test.

Siamo tutti annoiati senza i nostri sport preferiti, ma solo collaborando ANDRÀ TUTTO BENE.
Se non è indispensabile, RESTA A CASA!

Inoltre, in una delle giornate dovrà essere alla guida un pilota che abbia partecipato al massimo a due gare di Formula 1 nella sua carriera. Precedentemente i “rookie” avevano a disposizione due giorni di test durante l’anno, ma la ridotta opportunità è dovuta alla diminuzione dei test nel 2020. I team rimangono comunque liberi di decidere se affidare a questi piloti le monoposto della stagione 2020 o le auto adattate per le gomme 2021.

Seguici anche su Telegram.

F1 | In Ferrari pensavano di essere 0.5s più veloci di Mercedes dopo i test