F1 | Ferrari, Togninalli: “Gli aggiornamenti continuano, ma non tutti si vedono”

Matteo Togninalli, Chief Race Engineer della Ferrari, ha parlato di come la squadra si sia preparata per Imola e del lavoro sugli aggiornamenti.

togninalli ferrari aggiornamenti
Ferrari Media Center

Il capo degli ingegneri di pista della Ferrari ha spiegato a motorsport.com il lavoro a Maranello per un weekend particolare come il prossimo ad Imola. Inoltre Togninalli ha parlato del lavoro della Ferrari sugli aggiornamenti, sia in ottica 2020 che in ottica 2021.

“La particolare situazione di questa stagione – ha spiegato l’ingegnere – ci ha proposto nuove sfide. Con le gare così ravvicinate su due circuiti così distanti abbiamo dovuto optare per svolgere un weekend ristretto”.

“È già successo talvolta di girare in soli due giorni, stavolta però è tutto programmato. Per affrontare al meglio l’evento abbiamo riorganizzato il lavoro sia in pista che a Maranello. Avremo solo una sessione di prove libere, per cui dovremo gestire diversamente le risorse”, ha spiegato l’uomo del Cavallino.

“Il tutto deve essere fatto su un tracciato dove non abbiamo riferimenti. La Formula 1 infatti approda ad Imola 14 anni dopo l’ultima gara ospitata dal tracciato romagnolo: Dovremo considerare scenari più ampi“.

“Il simulatore ovviamente aiuta, i piloti trarranno vantaggio da esso, anche se un pilota a questi livelli è capace di trovare il limite anche in poco tempo”, ha detto l’ingegnere.

“Questo campionato ci ha insegnato ad adattarci alle situazioni rapidamente. Tutto sommato, mi sento di dire che lo scenario di Imola possa essere positivo per noi“.

Sugli aggiornamenti

Il Chief Race Engineer della Ferrari ha parlato anche dell’evoluzione degli aggiornamenti sulla SF1000: “Al di là di nuovi sviluppi, la ricerca di maggior prestazione è un lavoro continuo, ha detto Togninalli.

Anche se non ci sono elementi visibili, la monoposto si evolve sempre. In questo rush finale proveremo anche nuove cose per prepararci al meglio per il 2021, ha spiegato l’ingegnere della scuderia di Maranello.

“Imola è una pista molto tecnica e abbastanza veloce. Il meteo dovrebbe essere inoltre piuttosto buono. Anche vedendo le ultime gare, sono fiducioso che riusciremo ad adattarci bene su questo tracciato”, ha concluso Matteo Togninalli.

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | Sainz e Norris incuriositi dal weekened senza venerdì: “Meno tempo e meno dati da analizzare, interessante”

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.