F1 | FIA e Formula 1 sull’incontro con i motoristi: “Importanti novità in arrivo riguardo le Power Unit”

Oggi in terra austriaca si è svolto l’incontro tra FIA, F1 e motoristi riguardo, prevalentemente, il futuro delle Power Unit.Fia F1 power unit

Conclusa, con una dichiarazione di F1 e FIA, la tanto attesa riunione sulle power unit del futuro. Tenutasi in Austria alla presenza di tutti i principali motoristi e non solo. Alla riunione, che aveva lo scopo di definire le discussioni in merito a quali tecnologie utilizzare per la nuova generazioni di motori che sarà introdotta nel 2025, erano, infatti, presenti non solo i rappresentati di Ferrari (Elkann), Mercedes, Renault e Red Bull, quindi i quattro motoristi in pista nel 2022, ma anche delegati di Audi e Porsche. I due marchi del gruppo Volkswagen potrebbero essere interessati ad approdare nel Circus come fornitori di motori in futuro.
Il comunicato, diffuso dalla FIA insieme alla Formula 1 non entra nello specifico delle discussioni, affermando che dettagli verranno forniti in seguito. Ma si parla di discussioni “molto positive”. “Discussioni molto positive hanno avuto luogo oggi con tutti gli attuali e potenziali nuovi fornitori di power unit per quanto riguarda la prossima fase delle power unit in Formula 1 – si legge nella nota diffusa anche via Twitter – le discussioni continueranno nelle prossime settimane, con ulteriori annunci che verranno dati in seguito“. Passi concreti sono attesi prossimamente.


Leggi anche

F1 | GP Austria – Qualifiche Ferrari, il team radio di Sainz 11°: “Oh no! Ma che peccato!” [VIDEO]


Il punto della situazione

È stato definito, finora, un solo parametro. Il motore a combustione deve funzionare con carburante CO2 neutro. L’idea è quella di mantenere dei V6 alimentati da carburanti ecologici. In realtà, con molta probabilità si punterà ad avere una batteria più grande, per un maggiore recupero di energia. Non è del tutto esclusa neanche l’idea di un passaggio alle quattro ruote motrici, con un motore elettrico che alimenti le ruote anteriori. Altre soluzioni sarebbero troppo costose.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Alessia Malacalza

Classe 2000, aspiro a lavorare nel mondo dello sport. Studio Comunicazione d'impresa e relazioni pubbliche a Milano.