F1 | FIA interrompe collaborazione con ex dirigente Mercedes, Shaila-Ann Rao

La FIA, tramite comunicato stampa, ha annunciato la fine della collaborazione con Shaila-Ann Rao, segretario generale ad interim per il motorsport. La dirigente era stata in Mercedes, come consulente personale di Toto Wolff.

RAO FIA
credits dal web

 

Shaila-Ann Rao non ricopre più il ruolo di Segretario Generale ad interim per la FIA. Rao ricopriva l’incarico dallo scorso giugno, quando era entrata per sostituire Peter Bayer .

Nel comunicato diramato oggi, si legge:

Shaila-Ann Rao è tornata alla FIA per assistere la nuova squadra presidenziale durante il periodo di transizione come Segretario generale ad interim per lo sport automobilistico. Ha gestito con successo questo periodo di transizione, fornendo un supporto importante e assistenza al Presidente della FIA e all’organizzazione durante questo periodo. Rao lascerà quindi la FIA al termine della stagione di Formula 1. La FIA ringrazia Shaila-Ann per il suo sostegno durante questo periodo”.

Diversi team non avevano apprezzato la sua nomina per il suo curriculum professionale. Shaila-Ann Rao aveva ricoperto il ruolo di direttore legale per la FIA tra il 2016 e il 2018. Successivamente aveva iniziato a lavorare per Mercedes prima come consigliere generale , poi come consigliere personale del team principal, Toto Wolff.

Lo stesso Mattia Binotto aveva commentato la nomina, sottolineando come fosse necessario assicurarsi che non ci sorgessero conflitti di interesse visti i suoi precedenti legami.

I sospetti si sono concretizzati quando è scoppiato il caso del budget cap. Shaila-Ann Rao aveva il compito di revisionare la sentenza sul budget cap. Ha informato Christian Horner, team principal di Red Bull, della violazione.


Leggi anche: F1 | Alonso all’esordio in Aston Martin: “Ottimista al 110%”


Ma la notizia era già circolata, si sospetta che lei abbia avvisato Wolff dello sforamento del budget cap da parte di Red Bull Racing. Helmut Marko alla TV tedesca non aveva nascosto i suoi sospetti, definendo la vicenda come “strana”.

Ben Sulayem qualche settimana fa aveva respinto le accuse di legami tra FIA e Mercedes, spiegando:  “Shaila-Ann è stata accusata di  sostenere Mercedes. In realtà quando sono state applicate le sanzioni a Red Bull e Aston Martin per le violazioni al budget cap, lei ha detto che ero stato un po’ troppo severo. In quel momento ho pensato che la accusano di favorire la Mercedes, ma invece sta avvantaggiando Red Bull sostenendo che la sanzione fosse troppo dura”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Victoria L.

Laureata in Comunicazione, lavoro in una media company. Appassionata di Formula 1, la seguo dal Gran Premio di Jerez 1997.