F1 | FIA – Molto lavoro è ancora necessario per i Regolamenti 2021

Molto lavoro è ancora da fare in attesa delle nuove regole in vista del 2021 che verranno presentate in ottobre. Una parte fondamentale di questo lavoro è destinata a coinvolgere tutti i membri dell’organizzazione di Formula 1 che cercano di superare le varie regole del passato. Regolamenti 2021

Regolamenti 2021
Concept delle possibili monoposto F1 del 2021

Nikolas Tombazis, responsabile degli aspetti tecnici delle monoposto della FIA, afferma: Regolamenti 2021

“Attualmente ciò che sta accadendo in Formula 1 è che c’è molto lavoro per ‘infrangere le regole’. Una cosa che è mancata nei precedenti tentativi della FIA con nuovi regolamenti è l’opportunità di provare davvero a spingerli all’estremo, e vedere se in certe aree ci sono scappatoie o eventuali conseguenze non intenzionali che possono emergere dalle regole. Quindi i miei colleghi della Formula 1 nel dipartimento aerospaziale hanno ora indossato nuovi panni. Non sono più dei legislatori, ma sono come degli esperti aerodinamici in una squadra che cercano di scoprire quanto possono sfruttare le regole”. Regolamenti 2021

Vi è una lunga lista di regolamenti proposti, ma è in corso l’analisi di una serie di altri elementi, tra cui:

• Un’ulteriore riduzione dell’elettronica sulle automobili e gli aiuti ai piloti

• Cosa fare con la telemetria car-to-pit, inclusa la nozione di se i conducenti debbano essere lasciati più “da soli” quando sono in pista

• Indagare se introdurre ulteriori componenti standard per la riduzione dei costi, come alberi di trasmissione e colonne dello sterzo

• Semplificazione della parte inferiore del telaio: un’area soggetta a danni dei cordoli

• La possibilità di ridurre ulteriormente il personale del team durante i fine settimana di gara, per riduzione dei costi

• Formato del weekend di gara – necessità di ampliare la discussione

Lavorare con team e piloti:

Alcuni team nella corsia dei box hanno anche offerto incentivi per partecipare a questo esercizio di stretching, con lavori attualmente in corso in un certo numero di team, che hanno tempo fino al 15 settembre per rivelare i loro risultati.

Anche i piloti faranno la loro parte. Lewis Hamilton, Nico Hulkenberg e l’ex pilota Alex Wurz sono stati coinvolti nell’incontro a Parigi il 13 giugno dove si è deciso di posticipare la presentazione delle regole. Inoltre ci sarà una possibilità per tutti i driver di dare il loro contributo durante un ulteriore incontro tra qualche settimana.

Ross Brawn, Managing Director of Motorsports della Formula 1, afferma:

“Pensavo che il primo incontro che abbiamo avuto fosse molto, molto buono e che i piloti fossero un gruppo. Loro vengono messi sotto pressione dalle proprie squadre per prendere posizione e questo significa che sono solo un’altra voce nella stessa direzione, ma quando i piloti si alzano e ci danno le loro opinioni, come tali, la GPDA [Grand Prix Drivers ‘Association], è davvero utile e costruttiva “.

Sostenere tutto quel lavoro che deve ancora concludersi tra ora e ottobre è l’obiettivo, nelle parole di Brawn, di creare una Formula 1 che si trova in “un posto molto migliore”.

Il Managing Director of Motorsports della Formula 1 aggiunge:

“Il nostro obiettivo è rendere la Formula 1 più divertente, più accessibile, più sostenibile. Tutto questo specialmente dal punto di vista commerciale e non solo da una prospettiva ambientale.E’ la prima volta nella storia della Formula 1, sicuramente durante il mio periodo, che c’è stato uno studio così approfondito su ciò che è necessario. Penso che possiamo fare un lavoro molto migliore di quello che stiamo facendo ora e stiamo affrontando questo su ogni fronte. Ma vorrei sottolineare che non è un one-stop-shop. Ci metteremo in un posto migliore, e poi continueremo a perfezionare e sviluppare per ottenere ciò che crediamo che la Formula 1 abbia bisogno. La mia opinione è che la Formula 1 è nella posizione sbagliata, per molte ragioni  e questo è il primo passo per metterla in un posto molto migliore.”

 

Seguici anche sui social

 

F1 | Torna l’effetto suolo in Formula 1 dal 2021

mm

Matteo Quattrocchi

Studente presso L’Università degli Studi di Pavia, fotografo amatoriale e amante dei motori da sempre. Tutte le foto le trovate su: https://mattyq3299.wixsite.com/mqphotography