F1 | Forghieri: “Binotto dovrà dimostrare determinazione e carattere”

Mauro Forghieri, ingegnere con il quale la Ferrari si è aggiudicata quattro titoli mondiali piloti, si è espresso a riguardo la recente mossa di Maranello, che ha visto Mattia Binotto prendere il posto di Arrivabene nel ruolo di Team Principal.
Forghieri binotto

Foto: GDS.it

La notizia diffusa nella giornata di ieri è stata come un fulmine a ciel sereno. Un improvviso ribaltone in casa Ferrari ha consegnato;le redini del team, che fino a poco più di 24 ore fa erano saldamente nelle mani di Arrivabene, a Binotto.

Ai microfoni di Motorsport.com, Mauro Forghieri, che in Ferrari ha lavorato per 22 anni, si è espresso a riguardo:

Non sarà facile per Mattia e so di cosa sto parlando. Penso che Binotto sia una persona seria che conosce molto bene la realtà della Ferrari, dovrà dimostrare determinazione e carattere per gestire una forza lavoro di 1.000 persone. Ai miei tempi, ricoprire quel ruolo era più semplice, la struttura era molto più piccola.”




Dopo la promozione a pieni voti come;motorista e direttore tecnico, Binotto dovrà affrontare una nuova sfida, qualcosa di completamente diverso dalle missioni assegnatogli da Marchionne. Questo potrebbe comportare alcune difficoltà secondo l’ingegnere:

“Binotto dovrà affrontare aspetti che non ha mai toccato, dovrà fare attenzione nel rapportarsi con tutti coloro che non lo hanno visto in precedenza come un capo. Io posso dire di aver avuto da Enzo Ferrari un supporto enorme. Sapevo che se andavo allo scontro con qualcuno avrei potuto fare affidamento sul grande Vecchio che mi ha sempre appoggiato. In particolare nel rapporto con i piloti, non è mai stato facile, ho potuto contare su una spalla sicura.”

Nonostante il compito sia arduo, secondo Forghieri sarà possibile per un tecnico riuscire al meglio nel ruolo di Team Principal:

“Essere un tecnico che si occupa della gestione del team è più difficile di quanto si possa pensare, ma se Mattia ha la grinta giusta saprà condurre la squadra dove vorrà. L’importante è che sia sempre consapevole di dove si trova la Scuderia: è chiamato ad affrontare una bella sfida.”

 

F1 | Briatore sulla scelta Ferrari: “Quando non si vince bisogna cambiare”

Davide Galli

Studente di giurisprudenza e appassionatissimo fin dall’infanzia di Formula 1. Amo qualunque cosa faccia "bruum"