F1 | Formula 1: 70 anni di leggenda

-70. Tra 10 settimane esatte la formula 1 tornerà a ruggire negli autodromi di tutto il mondo. Tra 70 giorni il Circus più veloce del mondo farà ripartire la sua giostra magica. In mezzo ad un turbinio di colori, suoni e feste private, il gigante itinerante prenderà vita per la 70° volta. formula 1

formula 1
Jim Clark, vincitore del GP del Messico 1967. Foto: F1-history

Sono passati già 70 lunghi anni da quando per la prima volta, in una fresca giornata di metà maggio del 1950, Nino Farina, a bordo della sua Alfetta, sbaragliava la concorrenza e si aggiudicava il primo gran premio della storia. Racconti antichi che si perdono tra i libri di storia e nelle memorie sbiadite di chi era presente quello storico giorno. formula 1

formula 1
Nigel Mansell vince il GP del Messico 1992. Foto: F1-history

Da lì in poi di strada ne è stata fatta. Di storie, di vittorie e di sconfitte ne sono pieni gli almanacchi ed i musei di chi c’era e di chi c’è ancora. Da quel giorno sono nate e morte leggende, sono cambiate le tecnologie e sono state progettate le auto più veloci della storia dell’automobilismo. Storie di uomini che si fondono con i loro destrieri d’acciaio capaci di portarli sul tetto più alto del mondo; o di disarcionarli, come cavalli di razza, facendoli cadere giù dove l’occhio umano non può più scorgere. formula 1

70 anni di battaglie e di progresso di un campionato entrato nell’immaginario collettivo come simbolo di coraggio e bravura. Un campionato che ha accompagnato, a modo suo, i più importanti avvenimenti del ventesimo secolo. Così, mentre il genere umano conquistava la Luna, il muro di Berlino cadeva e l’Unione Sovietica si dissolveva, la; Formula 1 era lì: sfuggente, veloce e maestosa in tutta la sua pericolosa grandezza. formula 1

formula 1
Ayrton Senna su McLaren Foto: Formula 1.

Non si può certo dire però che questo glorioso viaggio sia stato sempre privo di imprevisti o periodi bui. La classe regina (così chiamata dagli appassionati di tutto il mondo) ha dovuto affrontare aspre guerre contro un’opinione pubblica; sempre più sensibile alla sicurezza e serrate battaglie contro altre categorie (vedasi ITCC negli anni ’90) che reclamavano; lo scettro di categoria agitatrice di masse.

Da questi periodi però la Formula 1 è sempre riuscita ad uscirne vincente, forte e solida come l’imperitura Regina del mondo delle corse.


formula 1
Schumacher nel 2004 in Germania. Foto: RaceFans

Tra 70 giorni la classe motoristica più prestigiosa al mondo si affaccerà al nuovo decennio con la voglia di stupire, innovare e reinventarsi per far fronte a nuovi format che strizzano l’occhio a policy ambientali sempre più, a ragione, rigorose e stringenti. Se con qualche dubbio sull’efficacia di alcune manovre regolamentari per ravvivarsi ed adeguarsi ai grossi cambiamenti cui assistiamo, la “vecchia signora” del motor sport (per mutuare un epiteto calcistico) sembra più in forma ed agguerrita che mai per imporsi, ancora una volta, come punto più alto degli sport a 4 ruote.

Seguici anche su Telegram per non perderti nessuna notizia!

F1 | L’evoluzione del format delle qualifiche negli anni

Alessio Arcidiacono

Studente magistrale di Economia. Da sempre appassionato di Formula 1, sogna di lavorare nella massima serie del motorsport.