Formula 1Interviste

F1 | George Russell lapidario sulla lotta con Ferrari: “Meritavamo un colpo di fortuna”

Dopo aver messo in cassaforte il secondo posto Costruttori F1 contro Ferrari, George Russell ha commentato la stagione Mercedes.

La lotta fra Mercedes e Ferrari per la Classifica Costruttori di F1 si è conclusa a favore delle Frecce d’Argento e George Russell si è lasciato andare ad un commento sulla stagione. L’inglese ha sofferto per tutto l’anno, non riuscendo a tenere il passo di Lewis Hamilton, a volte anche per colpe non sue. Nel 2024 l’obiettivo è avvicinarsi quanto più possibile a Red Bull.

F1 Mercedes George Russell Abu Dhabi Ferrari
George Russell a bordo della Mercedes W14 ad Abu Dhabi – @F1inGenerale

Il Gran Premio di Abu Dhabi ha emesso le ultime sentenze sulla stagione appena trascorsa. Nonostante la grande prestazione di Charles Leclerc, Ferrari non è riuscita a completare la rimonta su Mercedes nel Mondiale Costruttori. La penalità – estremamente severa se non ingiusta – subita da Sergio Perez ha definitivamente chiuso la battaglia fra i due costruttori, con George Russell sul terzo gradino del podio.

L’inglese, così come il compago di squadra Lewis Hamilton, non ha nascosto un certo astio verso la W14. L’ultima monoposto di casa Mercedes si è rivelata un vero enigma, di estremamente difficile risoluzione.

La macchina della prossima stagione sarà totalmente diversa“, ha affermato George Russell, confermando quanto già dichiarato da Toto Wolff. “La cosa positiva è che non dovremo scervellarci sul perché Red Bull è così tanto più veloce di noi. Ci sono troppi problemi con la W14“.

Il finale di stagione è solo una magra consolazione per Mercedes. Il team di Brackley è riuscito ad essere il più “costante” fra i team incostanti, battendo Maranello soltanto grazie alle sfortune di Las Vegas e Abu Dhabi.


Leggi anche: F1 | Guai legali in vista per Mercedes e per la Formula 1


Abbiamo avuto un buon passo in tante occasioni, ma per qualche motivo non siamo spesso riusciti a concretizzare dei buoni risultati. Forse abbiamo avuto fortuna con la penalità di Perez, ma penso ci sia dovuta dopo tutto ciò che ci è capitato durante l’anno“.

Per il 2024, Russell è sicuro: “Red Bull farà un altro passo in avanti ma non ho dubbi che, in Bahrain, noi saremo molto più forti di quanto lo siamo stati quest’anno“.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter