F1 | Gli incendi in Australia mettono a rischio il Gran Premio?

La F1 e gli organizzatori della gara osservano quanto accade in Australia. Dopo la cancellazione del Rally d’Australia qualche mese fa, le fiamme costringeranno anche la F1 allo stop? F1 Australia

F1 Australia
Fonte: @daniel_ricciardo_fans3 via Instagram

L’Australia brucia. Le fiamme si sono estese – al momento – per 5.8 milioni di ettari, ovvero 58.000 km quadrati. Si tratta di una superficie più grande della Croazia o di Sicilia e Piemonte insieme. F1 Australia

Almeno 25 persone sono morte, alcune migliaia di cittadini hanno evacuato e quasi 1 miliardo di animali sono morti. Melbourne, sede della prima gara stagionale dal 1996, così come Sydney ed in generale gli Stati Nuovo Galles del Sud e Victoria, sono sommersi dal fumo provocato dalle fiamme.

Il mondiale di F1 comincerà proprio a Melbourne nel weekend del 13-15 marzo e non è certo che la situazione possa migliorare nel giro di due mesi, mettendo a rischio la disputa dell’evento.

Oltre a monitorare la zona, la F1 e l’Australian Grand Prix Corporation, con l’aiuto dei team, stanno studiando alcuni piani per fornire supporto alla popolazione australiana.

Ricordiamo che la F1 è molto attiva anche sul tema dell’inquinamento. Entro il 2030 l’obiettivo è ridurre al minimo le emissioni ed entro 2025 si procederà all’eliminazione di tutti gli oggetti di plastica monouso e tutti gli scarti saranno riutilizzati, riciclati o compostati. Si lavora anche sui trasporti: saranno messi a disposizione mezzi ecologici per raggiungere i circuiti durante i fine settimana di gara ed anche la

“Il motorsport è pericoloso per due ragioni: l’ambiente e un grande incidente. La sicurezza e l’ambiente sono fondamentali per mettere al sicuro il futuro dell’automobilismo. Stiamo lavorando con un team di esperti per portare dei carburanti green.” ha spiegato Jean Todt.

“Non abbiamo ancora un piano definito dettagliatamente, ma speriamo di essere all’avanguardia per mostrare ciò che è possibile. Per noi, questo non è un problema difensivo, ma offensivo. Abbiamo la possibilità e la capacità di agire da leader e sviluppare un percorso per raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati.” ha aggiunto Chase Carey

L’appello di Hamilton e Ricciardo

Hamilton, particolarmente attento su questo genere di temi, ha espresso le proprie sensazioni sulle fiamme che stanno colpendo l’Australia via Instagram. “Non posso spiegarvi la tristezza che provo. La nostra Terra sta morendo. Oltre 500 milioni di animali sono morti! Queste anime indifese, Dio le benedica tutte e chi è stato colpito da questo disastro. Ovunque tu sia nel mondo, sappi che tu, io e la persona vicino a te siamo tutti coinvolti in questo anche se al momento può non influenzarti personalmente, ci coinvolgerà tutti. Dobbiamo agire”.

F1 Australia

Anche Ricciardo, l’unico australiano in griglia, confida nei suoi fans: “Come ben sapete, l’Australia sta affrontando grandi incendi boschivi. Ovviamente, se ne avete la possibilità, per favore, donate al Red Cross o al Wires Wild Life Rescue ed incoraggiate anche altre persone a donare. I miei pensieri sono con tutte le famiglie che stanno soffrendo”.

 

Siamo tutti annoiati senza i nostri sport preferiti, ma solo collaborando ANDRÀ TUTTO BENE.
Se non è indispensabile, RESTA A CASA!

Visualizza questo post su Instagram

 

Thinking of everyone affected by our fires 🙏🏼 any help will go a long way @redcrossau @wireswildliferescue

Un post condiviso da Daniel Ricciardo (@danielricciardo) in data:

Come donare? F1 Australia

Ecco alcuni link per poter donare liberamente ed offrire supporto al popolo australiano.

Salvation Army

Wires Wildlife Rescue

Red Cross Australia

New South Wales Rural Fire Service

WWF

VIC Bushfire Disaster Appeal

 

Seguici su Telegram, FacebookInstagramTwitter.

F1 | Le frasi più famose di Michael Schumacher

Emanuele Zullo

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.