F1 | GP 70° anniversario 2020 – Sintesi Qualifiche Silverstone: Pole per Bottas, Hamilton secondo. Ferrari indietro

Nelle qualifiche disputate sul circuito di Silverstone per il Gran Premio intitolato al 70 ° Anniversario della Storia della Formula 1, pole position per Bottas, secondo Hamilton, poi Hulkemberg. Ferrari in difficoltà, Leclerc ottavo, Vettel solo dodicesimo.

QUALIFICHE SILVESTONE
Foto: Formula 1, Bottas

A Silverstone si disputano le qualifiche valide per il Gran Premio dei 70 anni della F1. Le prove libere hanno confermato ancora una Mercedes sugli scudi. La Ferrari, ha adottato nuovamente una configurazione aerodinamica molto scarica che favorisce Leclerc, più in difficoltà Vettel che, tra l’altro, ieri ha accusato una noia tecnica alla power unit. Tanto che la Scuderia ha deciso di cambiare il motore su entrambe le vetture. Dietro il duo Mercedes, la lotta sarà molto serrata perchè nelle prove i team erano tutti molto vicini. La Pirelli ha portato per questa seconda gara a Silverstone un grado di mescola più morbida, tanto blistering sulle gomme nelle prove.

Q1

Spende il sole a Silverstone, la temperatura del tracciato supera adesso i 44°C. Le Haas sono le prime ad andare in pista con gomme Medium. Scende in pista anche Hulkenberg e le due Ferrari con gomme Soft. Bloccaggio di Magnussen che torna ai box. I due della Mercedes si mettono davanti, ma sono battuti da Verstappen che stampa 1:27.154. Leclerc si migliora, quinto. Rischia Vettel, è tredicesimo. Le Mercedes migliorano: Hamilton stampa 1:26.818 e Bottas 1:26.999. Russel si lamenta di impeding generatogli da Ocon, caso che sarà investigato al termine delle qualifiche. Ultimo run della Q1 per tutti. Leclerc resta ai box. La pista sembra migliorare, tutti abbassano i tempi. Bottas balza in testa con l’1:26.738. Vettel si salva, quattordicesimo. Esclusi: Kvyat, Magnussen, Latifi, Giovinazzi e Raikkonen.

Q2

Semaforo verde. Ocon e Grosjean i primi ad andare in pista con gomme Medium. Anche le Mercedes con gomme medium e Verstappen con gomma Hard. Le due Ferrari non scendono subito in pista. Hamilton è il primo a segnare un giro, non un gran tempo per l’inglese. Bottas stampa il miglior tempo: 1:25.785, terzo Verstappen. Scende in pista Leclerc con gomma Medium, seguito dopo pochi istanti da Vettel, con la stessa gomma. Non male il primo settore di Vettel, Leclerc record nel primo settore. Vettel chiude con il 10° tempo, Leclerc è quarto. Ricciardo è terzo. Vettel rischia, perchè scala in undicesima posizione. Vettel torna in pista con gomma Soft, come i due Mercedes e Leclerc. Ricciardo e Verstappen restano ai box. Si lanciano tutti gli altri. Hulkemberg si mette secondo. Clamoroso, Vettel dodicesimo tempo, è escluso, come lui: Ocon, Sainz, Grosjean e Russel.

Q3

Inizia il Q3, il vento è molto forte. A lottare per la pole ci sono: due Mercedes, due Racing Point, due Red Bull, una Ferrari, una Renault, una McLaren, una Alpha Tauri. Il primo a chiudere il giro è Norris. Hamilton miglior tempo, 1:25:284. Bottas secondo, Ricciardo terzo con gomma Medium, Hulkemberg quarto, Verstappen quinto con gomma Medium, poi Albon e Leclerc con Soft. Verstappen dice al suo ingegnere di pista che vuole la gomma più morbida. Le due Mercedes scendono come le gomme gialle per l’ultimo tentativo! Hamilton non si migliora nel primo settore, Bottas fa il record nel settore centrale, il finlandese, si migliora ed è pole posistion! Leclerc si migliora, settimo. Hulkemberg sale in terza posizione, Verstappen quarto.

Ecco i tempi delle qualifiche di Silverstone:

QUALIFICHE SILVERSTONE

 

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | Ferrari, McLaren e Renault unite contro la decisione dei commissari FIA sulla Racing Point

 

Giuseppe Cinotti

Laureato in Operatore Giuridico d'Impresa e specializzando in Relazioni Internazionali e Cooperazione allo sviluppo presso L'Università per Stranieri di Perugia. Autore per F1ingenerale.com. E’ appassionato di Formula 1 fin da bambino. Ama questo sport perchè è il suo sogno da sempre. Ama il rumore assordante, l'odore della pista, l'attesa, la tensione, le macchine che scattano impazzite, il brivido, la strada che corre veloce, i sorpassi, la paura di sbagliare, il coraggio, il superare se stessi. Il suo motto: "Non si può descrivere la passione, la si può solo vivere" cit. Enzo Ferrari.