F1 | GP Abu Dhabi – Anteprima Pirelli: tappa conclusiva di una stagione diversa

Ultimo appuntamento per la F1;che approda sul circuito di Yas Marina ad Abu Dhabi: vediamo insieme le caratteristiche della pista e gli pneumatici che la Pirelli ha scelto. Anteprima Pirelli Abu Dhabi

Anteprima Pirelli Abu Dhabi

Siamo arrivati alla tappa conclusiva di questo mondiale, il Gran Premio di Abu Dhabi;chiude una stagione diversa dal solito, iniziata con ritardo e in piena pandemia globale con tante novità. Le mescole che ha scelto Pirelli per questo GP;sono le più morbide a disposizione: P Zero White hard C3, P Yellow medium C4 e P Red soft C5. Sono le stesse mescole scelte per l’anno precedente con la differenza che quest’anno la gara si svolgerà due settimane più tardi rispetto al 2019. Anteprima Pirelli Abu Dhabi
Dato l’asfalto molto liscio e la severità del tracciato le mescole;più morbide risultano essere le più adatte per il circuito.
Così come in Bahrain, anche per questo tracciato i team proveranno gli pneumatici del 2021: dovranno essere utilizzati durante le FP2 per un totale di 8 giri cronometrati per pilota.
Yas Marina, inoltre, ospiterà anche i test di fine stagione al quale parteciperà anche Alonso che avrà così la possibilità di provare la sua futura vettura per l’anno 2021.

Le caratteristiche del tracciato

Anteprima Pirelli Abu Dhabi

Il tracciato di Yas Marina ha un’ampia varietà di curve le rendono un buon test per monoposto e pneumatici. Le squadre hanno a loro disposizione già molti dati frutto delle gare degli anni scorsi e dei test e questo faciliterà molto sulla ricerca del set-up ottimale.
Il GP si correrà verso sera, fattore molto importante che potrebbe influire sul comportamento delle gomme.
Per tutto il week-end non ci saranno gare collaterali e questo è un altro fattore che influirà molto sull’evoluzione della pista che di conseguenza sarà poco gommata.

Informazioni tecniche

Pressioni minime alla partenza: 23.0 psi (anteriore) | 20.0 psi (posteriore)
Eos camber: -3.75° (anteriore) | -2.00° (posteriore)

Mario Isola, Responsabile Car Racing e F1

I Team conoscono molto bene il tracciato di Yas Marina, e ciò dovrebbe consentire loro di trarre il massimo delle prestazioni nella sfida finale. Lo scorso anno, Hamilton ha demolito il precedente record del tracciato che durava dieci anni: sarà interessante vedere se anche questo fine settimana vedremo un nuovo primato. Una particolare attenzione sarà quella dedicata ai test: in FP2, tutti i Team proveranno le specifiche 2021 in mescola C4, così come già avvenuto due settimane fa in Bahrain, mentre i post-season test si disputeranno martedì 15. Il test sui pneumatici 2021 dovrebbe consentire ai Team di ottenere dati molto utili, mentre quello post-season potrebbe aiutare i piloti a familiarizzare con le monoposto in vista di una stagione 2021 che speriamo possa svolgersi regolarmente”.

Seguici anche su Instagram

F1 | GP Bahrain Sakhir – Disastro Mercedes: P8 Bottas e P9 Russell

 

 

Ilaria Vimercati

Studentessa in Scienze dei Servizi Giuridici, coltivo una forte passione per la Formula 1. Sono amante della velocità, del brivido delle corse e del senso di libertà.