F1 | GP Abu Dhabi – Bottas: “Non poter usare il DRS mi ha svantaggiato”

Valtteri Bottas ha concluso l’ultimo GP stagionale con un’ottima 4° posizione, considerando che il finlandese partiva dall’ultima piazza per la sostituzione della Power Unit GP Abu Dhabi Bottas

GP Abu Dhabi Bottas
Credits: mercedesamgf1

Sicuramente un ottimo finale di stagione per l’alfiere della Mercedes, che per soli 9 decimi non è riuscito a completare il podio con il suo compagno di squadra. GP Abu Dhabi Bottas

Non avere avuto a disposizione il DRS per 20 giri ha certamente aggravato ancora di più la situazione già difficile del finlandese, costretto a partire dall’ultima posizione a causa della sostituzione della Power Unit Mercedes. Valtteri Bottas è riuscito comunque a superare molte macchine nella prima fase di gara e sicuramente la sosta posticipata gli ha permesso di ottenere la migliore posizione possibile.

A seguito del GP di Abu Dhabi, Bottas conclude dunque il mondiale in 2° posizione con 326 punti totali e le Frecce d’Argento ottengono un totale di 739 punti nel campionato costruttori, guadagnandosi con ampio vantaggio la 1° posizione.

Valtteri Bottas

“Questo è sicuramente un bel modo per finire la stagione. Ho fatto una buona gara, mi sono divertito molto in pista a superare gli altri. Non penso che avrei potuto estrarre altro potenziale dalla macchina oggi. Alla fine ero molto vicino, ma non abbastanza da poter superare Charles [Leclerc n.d.r.] e ottenere il podio. L’inizio è stato abbastanza sfortunato perché il DRS non è stato disponibile per un po’ e questo mi ha svantaggiato perché mi ha reso ancora più difficile superare gli altri nella mischia.”

“Però ho cercato di guadagnare qualche posizione mentre cercavo di allungare il mio stint sulle medie, il che mi ha posto in una buona posizione nel finale. Questa è stata la mia migliore stagione fino ad ora, sono in una posizione molto migliore rispetto all’anno scorso, quindi non vedo l’ora di attaccare nuovamente nel 2020.”

F1 | GP Abu Dhabi: sanzione per la Ferrari nel post-gara

Elena G.

Ragazza di 18 anni, super-appassionata di Formula 1, scrivo per trasmettere qualcosa di questo mondo meraviglioso.