F1 | GP Abu Dhabi, Perez regala un gran finale alla Racing Point: “Il miglior sorpasso della mia carriera”

Finale di stagione dolce-amaro per la Racing Point, che ad Abu Dhabi colleziona un ritiro ed un settimo posto grazie ad un grande sorpasso di Perez nell’ultimo giro.

Perez Abu Dhabi
Foto: Sport Pesa Racing Point

Sergio Perez ha ottenuto il settimo posto nel Gran Premio di Abu Dhabi, l’equivalente di una vittoria alle spalle dei tre top team. Il messicano conclude quindi nel migliore dei modi la propria stagione.
Partito dalla decima posizione, Perez ha disputato una gara molto intensa tra le strategie in continua evoluzione, i duelli e l’assenza del DRS nella prima parte della corsa.  Con quella da lui stesso definita ‘la miglior manovra della mia carriera’, Sergio ha superato Lando Norris all’ultimo giro, permettendogli di conquistare il decimo posto nella classifica finale di campionato, occupato fino a quel momento proprio dal pilota inglese della Mclaren.

Nelle dichiarazioni del messicano nel post-gara traspare la gioia per il risultato ottenuto, ma anche l’impazienza per la prossima stagione:

La prima parte della mia gara è stata un po’ caotica. Sono stato colpito da Gasly in curva 1, che mi ha portato a perdere una posizione su Magnussen. Dal momento che il DRS non era disponibile alla partenza, abbiamo perso un po’ di tempo dietro a lui, ma sono riuscito a fare sorpassi anche senza DRS. Dopo un primo stint lungo, abbiamo dovuto spingere forte per raggiungere il centro-gruppo. Abbiamo disputato un gran finale di gara e il mio sorpasso all’ultimo giro su Norris in curva 11 è stato uno dei migliori della mia carriera. I sei punti che abbiamo raccolto significano che ho finito il campionato piloti in top 10 e sono felice che ci siamo riusciti. Già non vedo l’ora che inizi la prossima stagione”.

Gara da dimenticare per Stroll

Se da un lato del box Racing Point Sergio Perez può festeggiare per il 7° posto al traguardo, dall’altra vi è Lance Stroll costretto a digerire un ritiro. Il canadese, partito dalla dodicesima posizione, si è subito ritrovato nelle retrovie a causa di un contatto occorso nel primo giro.
Dopo diversi giri nelle ultime posizioni, per Stroll è arrivato un ritiro in seguito a un problema all’impianto frenante. Lance conclude così il 2019 con il 15° posto assoluto nella classifica piloti.

“Ho avuto un contatto al primo giro con Gasly e mi son dovuto fermare ai box a causa del danno all’ala anteriore. Dopo abbiamo perso la posizione a cui aspiravamo, stavamo scendendo in classifica ed era molto difficile tornare in gara. Abbiamo esplorato le opzioni strategiche e mi sono fermato due volte, me quando perdi così tanto tempo all’inizio per cambiare l’ala, è difficile recuperare. Sfortunatamente, abbiamo avuto un problema ai freni, perciò abbiamo dovuto controllare cosa fosse andato storto, perché avevo difficoltà a frenare l’auto. Questo è il motivo per cui ci siamo ritirati. Nel complesso, semplicemente una gara deludente”.

Il bilancio del team principal

Per la Racing Point, il campionato 2019 si conclude con un settimo posto nella classifica costruttori. Il team tuttavia si è dimostrato all’altezza degli altri rivali nell’agguerrita lotta di centro-gruppo, chiudendo a 12 punti di distanza dalla Toro Rosso e 18 dalla Renault.
Otmar Szafnauer, CEO e Team Principal della scuderia, ha tracciato un bilancio del weekend:

“Sono contento che siamo riusciti a finire la stagione con un’ottimo prestazione e un settimo posto per Checo, il migliore degli altri, è un risultato meritato per tutto il team. Abbiamo ponderato bene la strategia durante la notte, con un solo pit stop combinato con alcuni sorpassi eccellenti di Sergio. La manovra su Lando [Norris] per il settimo posto, all’ultimo giro, è stata la ciliegina sulla torta. Sfortunatamente, la gara di Lance si è conclusa con un ritiro a causa di un problema ai freni negli ultimi giri. Prima di questo, è stata una corsa difficile, con un danno nel primo giro che ha costretto ad un pit-stop anticipato per il cambio dell’ala anteriore, che ha stroncato le possibilità per Lance di lottare per i punti”.

Per la Racing Point è tempo adesso di concentrarsi sulla stagione 2020, a partire dai test Pirelli di martedì.

Seguici anche su Telegram

F1 | GP Abu Dhabi – Albon: “Felice della stagione, c’è ancora del lavoro da fare”

mm

Carlo Platella

Nato e cresciuto a Torino, studio ingegneria dell'Autoveicolo nel Politecnico della mia città. Ho una grande passione per il motorsport in tutte le sue forme che mi piace trasmettere negli articoli. Ho lavorato nella Squadra Corse della mia università con la speranza un giorno di entrare in Formula 1.