F1 | GP Abu Dhabi, Prove Libere – Renault, Hulkenberg: “Ci manca il giusto setup!”

Il venerdì di Abu Dhabi non ha particolarmente sorriso ai due piloti della Renault: la Power Unit di Ricciardo si è rotta nella prima sessione di libere, mentre Nico Hulkenberg ha percepito un passo indietro nelle prestazioni della sua monoposto nel corso della seconda sessione di prove. 

Hulkenberg Renault Abu Dhabi
Foto: Renault F1

Abu Dhabi Renault

Arrivata all’ultima gara stagionale, la Renault conferma ancora una volta quelle che sono state le difficoltà riscontrate nell’arco della stagione. Ricciardo, dopo il problema accusato nella prima sessione, ha commentato così quanto accaduto:

“In questo venerdì le cose non sono esattamente andate lisce per noi. Abbiamo perso del tempo nella prima sessione a causa del problema al motore e, nel pomeriggio, abbiamo apportato alcuni cambiamenti alla macchina. Non abbiamo avuto un gran passo, di fatto ancora non siamo riusciti a trovare il giusto bilanciamento; cercheremo di fare il possibile per migliorare in vista delle qualifiche. Sono convinto che riusciremo a risolvere i nostri problemi e che troveremo il modo per riuscire a conquistare una buona posizione domani (nelle qualifiche) e in gara”. 

Ricciardo Renault Abu Dhabi
Foto: Renault F1

Le cose sono andate un po’ meglio a Nico Hulkenberg. Il pilota tedesco ha svolto un lavoro normale e senza particolari intoppi:

È stato un venerdì standard. La prima sessione era calda sotto al sole e di sera il clima è diventato più fresco; sono quest’ultime le condizioni che contano, in quanto più simili alle qualifiche e alla gara. Non abbiamo avuto problemi particolari e abbiamo svolto il lavoro che ci eravamo pianificati. La macchina è sembrata buona nella prima sessione, ma ha perso un po’ di performance e prestazione nella seconda sessione. Dobbiamo capire cosa è successo, indagare guardando i dati e migliorare per essere pronti in vista delle qualifiche!”

 

Seguici su Instagram: @F1InGenerale 

 

Il Monitor dei Tempi – GP Abu Dhabi [FP2] – Hamilton domina, ma Ferrari va bene con le mescole dure.

Leonardo Trillini

Studente di Scienze della Comunicazione (Comunicazione d'impresa) presso l'università di Macerata e grande appassionato di F1 sin da bambino.