F1 | GP Arabia Saudita – Anteprima Ferrari, Leclerc: “Pista diversa dal Bahrain, ma siamo pronti a tutto”

Leclerc parla delle sue aspettative in vista del GP d’Arabia Saudita: “Voglio mantenere lo stesso approccio tenuto fino ad ora. Qui è tutto diverso e dobbiamo capire il nostro valore”.

leclerc gp arabia saudita
fonte: Scuderia Ferrari

Leclerc parla delle sue aspettative in vista del GP d’Arabia Saudita: “Voglio mantenere lo stesso approccio tenuto fino ad ora. Qui è tutto diverso e dobbiamo capire il nostro valore”. A pochi giorni dalla doppietta Ferrari nella gara inaugurale in Bahrain, il Campionato del Mondo di Formula 1 torna in azione con il Gran Premio dell’Arabia Saudita, sul circuito cittadino di Jeddah. Lo scorso dicembre, Charles Leclerc e Carlos Sainz hanno concluso settimo e ottavo.


Leggi anche

F1 | GP Arabia Saudita – Vettel ancora positivo al Covid-19, al suo posto Hulkenberg se non guarisce


Alla domanda se sarà ancora duello con Verstappen, come si stanno chiedendo in molti, Leclerc risponde: “Da una pista all’altra possono cambiare i valori. La Red Bull è molto forte, speriamo di poter lottare sempre così con Max”. Il circuito di Jeddah, infatti, è parzialmente cambiato rispetto a quello appena 4 mesi fa. I piloti avevano più volte chiesto di fare qualcosa in termini di sicurezza e visibilità e sono stati ascoltati. Secondo il monegasco: “I cambiamenti vanno nella giusta direzione, però non credo siano sufficienti”.

Xavi Marcos, ingegnere di Leclerc, ha commentato le caratteristiche del circuito di Jeddah,: “Si tratta di un circuito indubbiamente complesso, fatto di ben 27 curve e molto lungo. Già lo scorso anno ci siamo resi conto di come la gestione del traffico in qualifica e dei doppiati in gara fosse un fattore chiave. È fondamentale dare quante più informazioni al pilota così che possa, fin dalle prove libere, trovare il ritmo e la confidenza necessaria per spingere tra i muretti. Per fare questo il pilota ha bisogno di girare con continuità e io, al pari del mio collega Riccardo Adami con Carlos, cerco di metterlo in condizione di centrare questo obiettivo”.

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Alessia Malacalza

Classe 2000, aspiro a lavorare nel mondo dello sport. Studio Comunicazione d'impresa e relazioni pubbliche a Milano.