F1 | GP Arabia Saudita – Gasly: “Abbiamo dimostrato di saperci adattare velocemente alle nuove piste”

Dopo una domenica deludente in Qatar AlphaTauri si trova a rincorrere Alpine che ha allungato in classifica grazie ai 25 punti raccolti. Gasly è comunque fiducioso in vista del GP dell’Arabia Saudita.

Gasly Arabia Saudita
Foto: Scuderia AlphaTauri

AlphaTauri è reduce da un triple header in cui è andata peggiorando in termini di risultati. Dopo aver ottenuto il quarto posto al Gran Premio del Messico, Gasly è arrivato al settimo in quello del Brasile, per poi concludere appena fuori dalla zona punti in Qatar. In queste tre gare si sono ripetute le ottime velocità già dal venerdì e confermate in qualifica (Gasly grazie alle penalità è partito addirittura secondo in Qatar). Come visto a Losail però, il team italiano dovrà lavorare sodo per riuscire a mantenere anche in gara le performance raggiunte sul giro secco. Gasly Arabia Saudita

AlphaTauri ha ora ben 25 punti di svantaggio nei confronti dell’Alpine e con sole due gare al termine della stagione sarà fondamentale raccogliere quanti più punti possibili. Gasly è invece saldamente nono in classifica con 13 punti di distacco da Ricciardo e con 15 di vantaggio su Alonso. Il francese è ottimista in vista del GP a Jeddah, consapevole dell’ottima capacità di adattamento della sua AT02 già dai primi chilometri nelle libere.


Leggi anche: F1 | GP Qatar – Alonso, che podio! “Aspettavo da tempo questo risultato, mi sto godendo questa F1”


Queste le considerazioni di Gasly alla vigilia del Gran Premio d’Arabia Saudita: “A giudicare da quello che ho visto provando al simulatore, ci attende un circuito estremamente veloce, con tante curve molto veloci, alcune cieche. Le velocità sono molto alte e i muri molto vicini, dall’abitacolo è qualcosa di impressionante: sarà una bella sfida. Penso sia particolarmente difficile ed è ulteriormente sfidante perché la pista è completamente nuova. Nessuno ci ha praticamente mai girato, l’asfalto non sarà gommato e probabilmente questo perderà anche un po’ d’olio, che normalmente accade su un circuito nuovo. È un circuito cittadino con un’aderenza piuttosto bassa e nessuno ha dei dati relativi a questa pista. Da parte nostra abbiamo già dimostrato in Qatar che sappiamo adattarci molto velocemente alle nuove situazioni, girando con buoni tempi fin dal venerdì. Dovremo trovare il giusto compromesso sia per il sabato che per la domenica”.

“Purtroppo, la lotta per la quinta posizione in campionato si fa più complicata, perché in Qatar Alpine ha avuto un buon weekend. È stato bello essere di nuovo in prima fila, non succedeva da quando correvo in Super Formula nel 2017. Stare lì accanto a Lewis è stato bello e mi auguro ci saranno altri momenti simili in futuro. Anche se questa volta ero lì per penalità altrui, più volte quest’anno ci eravamo andati vicini ed è stata una bella esperienza: ci ho preso gusto!” conclude il junior Red Bull.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Emanuele Zullo

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.