F1 | GP Arabia Saudita – Hamilton: “Abbiamo bisogno di più grip e di più potenza; sfortunati con la VSC”

Più grip, più potenza, più velocità, meno drag… pare infinita la lista stilata da Lewis Hamilton, al termine del weekend in Arabia Saudita, delle variabili sulle quali la Mercedes dovrà lavorare sodo per tornare nuovamente a lottare per la vittoria. gp arabia saudita gara hamilton

gp arabia saudita gara hamilton
Foto Mercedes AMG-PETRONAS F1 TEAM twitter

Al termine del gran premio in terra saudita, Lewis Hamilton ha espresso ai media – in modo calmo e analitico – tutte le principali problematiche di cui soffre attualmente la sua W13. La gara forse si stava rivelando migliore delle aspettative dopo la delusione del sabato, eppure il tempismo della Virtual Safety Car non ha contribuito. gp arabia saudita gara hamilton

Dopo aver recuperato fino al sesto posto, il pilota inglese non ha potuto effettuare la sosta durante il regime di Virtual: ciò gli avrebbe garantito il mantenimento della posizione ma la pitlane era stata chiusa per la presenza di vetture ferme al suo ingresso. Quando ha potuto effettuare il cambio gomme, il sette volte campione del mondo è scivolato in decima piazza, dovendosi accontentare dell’ultimo punto disponibile.

Si conclude così un fine settimana amaro ma la fiducia nella squadra così come nella sua capacità di risalita restano completamente intatte.

Le parole di Lewis Hamilton gp arabia saudita gara hamilton

“Abbiamo bisogno di più grip, abbiamo bisogno di più potenza. Non abbiamo avuto nessun porpoising, ma siamo ancora molto giù in termini di velocità. Non è soltanto una cosa di sistemare, sono diverse. Non so quanto drag abbiamo rispetto agli altri, ma sembra molto.”

Il risultato finale non è ovviamente grandioso. La gara stava andando, credo, relativamente bene sulla gomma dura. Stavo tenendo il passo con George (Russell, ndr) e penso di aver messo insieme un tempo decente considerando quanto vecchie fossero le gomme dure. Siamo stati sfortunati per come sia andata a finire con la Virtual Safety Car alla fine ma stavo dando tutto. Non so se è stata la strategia o solo con la Virtual Safety Car, ma abbiamo perso così tanto. Le qualifiche hanno reso il weekend molto più difficile e me lo prendo sulle spalle.”

“Continueremo a lavorare sodo e a lottare. È tutto quello che possiamo fare. In questo momento non stiamo lottando per il gradino più alto. Siamo ancora lontani dai ragazzi davanti. Abbiamo molto lavoro da fare. So che ho una grande squadra e terremo la testa bassa.”

Mariangela Picillo

Cresciuta a pane, Ferrari e Schumacher. Da grande vorrei fare del motorsport la mia vita quotidiana.