F1 | GP Arabia Saudita: Perchè Verstappen è stato penalizzato dai commissari?

Il pilota olandese è stato penalizzato a fine gara dai commissari con 10 secondi di penalità da aggiungere all’ordine d’arrivo e 2 punti di penalità sulla licenza. Quali sono le motivazioni che hanno spinto i commissari a penalizzare Verstappen? GP Arabia Saudita Penalità Verstappen

Arabia Saudita Penalità Verstappen Hamilton frenata GP arabia Saudita
Il contatto tra Hamilton e Verstappen nel GP d’Arabia Saudita – Foto F1

È destinata a far discutere a lungo la gestione dell’ultimo Gran Premio in Arabia Saudita. Sia la direzione gara che i piloti sono stati autori di decisioni e manovre al limite del rispetto per spettatori e colleghi. Arabia Saudita Penalità Verstappen

Nella notte di Jeddah i commissari hanno analizzato uno dei momenti più discussi del GP, la frenata di Verstappen che ha causato la collisione e un danno all’ala anteriore di Hamilton.

Dopo 4 ore, la Federazione ha comminato una penalità di 10 secondi per il pilota olandese, una decisione che ha voluto punire la manovra ma non incidere sul risultato della gara.
Con questa decisione Verstappen e Hamilton arriveranno ad Abu Dhabi, ultima gara della stagione con entrambi i piloti a 369.5 punti.

I commissari spiegano la penalità a Max Verstappen

2021 Saudi Arabian Grand Prix, Sunday – LAT Images – Foto Mercedes

“Alla curva 21 il pilota della Red Bull ha ricevuto l’istruzione di restituire la posizione alla monoposto #44 e gli è stato detto di farlo «strategicamente»”, hanno spiegato i commissari dopo aver ascoltato i team radio tra il muretto Lambiase e Verstappen.

“Verstappen ha rallentato significativamente alla curva 26, ma era ovvio che nessuno dei due piloti voleva essere il primo ad attraversare la linea bianca del detection point del DRS.”

È inoltre emerso che nella conversazione tra piloti e commissari Verstappen ha dichiarato di essere piuttosto stupito del fatto che Hamilton non l’avesse superato mentre Hamilton ha dichiarato di non essere a conoscenza del motivo del rallentamento della monoposto #33.

Nel decidere di penalizzare Verstappen i commissari hanno analizzato la decelerazione della Red Bull.

“Il punto chiave è la brusca frenata del pilota della Red Bull dopo il precedente rallentamento. Il pilota olandese ha esercitato una pressione di 69 bar nel pedale del freno, determinando una decelerazione di 2,4g”, hanno proseguito i commissari.

La sicurezza prevale sulla strategia

“È chiaro che Hamilton avrebbe potuto superare Verstappen quando l’olandese ha rallentato la prima volta e;capiamo bene il motivo per il quale non l’abbia fatto.”

“Tuttavia la brusca frenata della monoposto #33 secondo i commissari risulta essere irregolare e quindi è stata considerata come la causa predominante della collisione. I 10 secondi di penalità sono quindi stati inflitti, come da standard, per questa manovra.”

I commissari hanno chiarito alle parti coinvolte è che possibile appellarsi a questa decisione.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Tag: GP Arabia Saudita Penalità Verstappen 10 secondi

mm

Marco Talluto

Ingegnere Gestionale appassionato di Formula 1. Social Media Manager dal 2009 con la voglia di trasmettere la mia passione per il motorsport.