F1 | GP Arabia Saudita – Perez: “Fa male, stavamo facendo tutto giusto per vincere”

Sergio Perez ha visto i suoi sogni di vittoria in Arabia Saudita svanire a causa dell’incidente di Nicholas Latifi che ha costretto la Safety Car all’ingresso in pista proprio dopo il suo pit stop.

Arabia Saudita Perez
Foto: Red Bull Racing

Un Gran Premio dell’Arabia Saudita che lascia a Sergio Perez tanto amaro in bocca. Il pilota della Red Bull stava guidando in vetta alla classifica gestendo alla grande il vantaggio acquisito su Charles Leclerc. Il team austriaco è però caduto nella trappola della Ferrari, chiamando il leader della gara ai box al 14° giro. Perez, rientrato alle spalle di Russell, avrebbe recuperato il margine per riprendere il comando della gara una volta effettuato il pit anche in casa Ferrari.

A vanificare però gli sforzi di un’ottima partenza e un ottimo primo stint è stato l’incidente di Nicholas Latifi esattamente un giro dopo. Leclerc, Verstappen e Sainz hanno potuto così fare il pit stop perdendo meno tempo eil trio è così riuscito a scavalcare Perez. Il messicano era in realtà davanti a Sainz quando lo spagnolo è tornato in pista, tuttavia era alle sue spalle all’altezza della linea di riferimento in uscita dai box.

“Semplicemente queste sono le corse, soprattutto sapevamo che avremmo potuto trovarci in quella situazione. Avevamo l’undercut e il margine che cercavamo, ce l’avevamo fatta e le cose sembravano davvero per il verso giusto. Sfortunatamente, Latifi l’ha messa nel muro nel momento sbagliato per me. Di nuovo, queste sono le corse. Mi tornerà indietro un giorno, ma fa male perché abbiamo fatto tutto il possibile per vincere questa gara dalla pole.” ha detto Perez ai microfoni di Sky a proposito della sfortunata Safety Car


Leggi anche: F1 | Magnussen, dolore al collo durante il Q3: “Un inferno se non guidi una F1 da un anno”


Una volta ripartiti Perez ha ceduto la posizione a Sainz dopo alcune curve ma non è riuscito a restare incollato agli scarichi della F1-75 per provare a riprendersi la posizione: “È stato un peccato non essere riuscito a prendere Carlos per il podio alla fine, ma non ne ho avuto la possibilità”.

“Ci sono sicuramente molti aspetti positivi da prendere da questo weekend – fare la Pole al sabato e avere il passo in gara. Quindi continueremo a spingere e lavorare sodo perché oggi mi sarei davvero meritato la vittoria, ma il cattivo tempismo non l’ha permesso. Sono davvero contento per Max e il team che oggi abbiamo ottenuto un buon risultato, poteva essere un uno-due ma sfortunatamente non ce l’abbiamo fatta.” ha detto Perez per concludere.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Emanuele Zullo

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.