F1 | GP Arabia Saudita – Sainz: “Non abbiamo effettuato long run, fondamentale capire quali gomme usare in gara”

Un venerdì piuttosto complicato per Carlos Sainz al GP di Arabia Saudita. Nonostante le buone prestazioni in entrambe le sessioni di prove, lo spagnolo non ha avuto modo di cimentarsi nei long run, in seguito alla rottura della sospensione anteriore destra dovuta al contatto con un muretto della pista

gp Arábia Saudita Sainz
Credits: Scuderia Ferrari

Un venerdì dal sapore dolceamaro per Sainz, che nella giornata di prove libere del GP di Arabia Saudita ha collezionato un quarto posto nelle FP1 e un terzo nelle FP2. Lo spagnolo ha messo fine anzitempo alla sua seconda sessione di libere, dopo aver urtato le barriere della pista saudita; per Carlos sarà fondamentale sfruttare le FP3 per raccogliere gli ultimi dati cruciali prima di qualifiche e gara.


Leggi anche: F1 | GP Arabia Saudita – Il presidente FIA Ben Sulayem: “Prendono di mira le infrastrutture, pista luogo sicuro”


“Come dalle nostre previsioni, queste vetture sul tracciato di Jeddah si comportano in maniera differente rispetto al Bahrain. Per questo motivo dobbiamo continuare ad analizzare i dati per definire bene l’assetto della monoposto in base alle diverse condizioni e alle caratteristiche delle curve di questa pista. Il porpoising ad un certo punto ha dato qualche problema, anche se non è particolarmente preoccupante. Come lo scorso anno, trovare la gomma ideale per la gara sarà fondamentale, al fine di scegliere la giusta strategia. Sfortunatamente non abbiamo potuto effettuare il long run che avevamo previsto al termine della seconda sessione perché dopo che ho toccato le barriere siamo dovuti rimanere nel box. Vediamo cosa ci riservano le prossime sessioni.”

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

Simona D.

Studentessa di lingue appassionata di motori che spera, un giorno, di poter trasformare la sua passione nella sua professione.