F1 | GP Arabia Saudita- Sintesi FP3- Leclerc in testa

Nelle FP3 del Gran Premio dell’Arabia Saudita 2022 Leclerc ha fatto segnare il miglior tempo davanti a Verstappen e a Perez. Droni hanno sorvolato sul circuito per garantire la sicurezza della Formula 1. Le qualifiche alle 18 (ora italiana).

FP3 Arabia Saudita
Credits Ferrari Facebook

Charles Leclerc ha fatto registrare il miglior crono nelle FP3 del Gran Premio dell’Arabia Saudita 2022, secondo appuntamento stagionale di F1, sul circuito di Jeddah.  

Bel tempo anche durante la terza sessione di prove libere a Jeddah. Un missile ieri ha colpito una raffineria di Aramco, a pochi km dal circuito. Si è trattato di un atto terroristico, che ha allarmato il Circus. I piloti si sono riuniti nella nottata. La Formula 1 e la Fia, in accordo con i piloti, hanno deciso di proseguire il weekend di gara dopo le rassicurazioni delle autorità locali.

Primi 30 minuti

Le prime monoposto a scendere in pista sono state Alfa Romeo, Haas e la Mercedes di Hamilton. Seguite poco dopo dalle due Ferrari, che montavano Gomme Soft. Leclerc sale al comando con 1:31.052, ma Sainz lo scavalca per 44 millesimi (1:31.011).

I migliori tempi nei primi 15 minuti sono quelli dei due Ferraristi, che intrattengono il pubblico. Leclerc si è trovato di nuovo in testa (1: 30.139), ad un solo decimo dal miglior tempo di ieri.

Quando le Ferrari sono rientrate ai box, anche Verstappen è sceso in pista con gomma rossa.  Bottas è riuscito a fare il terzo miglior tempo. Perez è il primo che è riuscito a fare i tempi delle due Ferrari e si è piazzato al secondo posto.

Il primo giro di Verstappen lo fa giungere al quarto posto. Grande giro di Pierre Gasly, secondo tempo a soli 9 millesimi da Leclerc.

Ultimi 30 minuti

In pista anche Alonso, che fa un ottimo tempo nel primo settore, ma poi ha chiuso al settimo posto. Con 1:29.768 Verstappen che si mette al comando delle FP3. Alle 15.38 si è fermata all’uscita della Pit Lane l’Alpha Tauri di Pierre Gasly.

 

L’AlphaTauri di Gasly si trovava in una posizione complicata della pit lane, dove i meccanici non potevano arrivare. Il pilota francese è sceso e si è messo a spingere la sua macchina, in questo modo si è evitata la bandiera rossa.

Bottas con 1:30.030 si è piazzato secondo, mentre tutti gli altri piloti simulavano il passo gara. Le due Mercedes hanno faticato a trovare il passo, anche nella simulazione da qualifica. I loro tempi erano addirittura superiori a quelli di ieri.

Verstappen ha tentato un altro giro, ma ha commesso un piccolo errore, saltando sul cordolo, e ha preferito rinunciare al giro. A sei minuti al termine delle FP3, Perez fa segnare il secondo tempo. Le due Red Bull sono salite in testa alla classifica dei tempi.

Ha corso un grosso rischio Latifi, che ha portato la sua Williams a un quasi contatto con il muro.

Negli ultimi minuti sono scese di nuovo in pista le due Ferrari. Leclerc non è riuscito a fare meglio del terzo tempo. Sainz si è trovato a 130 millesimi dal compagno di squadra.

Dopo aver modificato il set up, Leclerc è sceso in pista. Per lui il miglior tempo in assoluto a 33 millesimi su Max Verstappen.

 

Qui la classifica finale delle FP3 del Gran Premio dell’Arabia Saudita.

 

Era da Monza 2019 che la Ferrari non faceva il miglior tempo in tutte le prove libere.

Alle 18 si terranno le qualifiche del GP dell’Arabia Saudita, potete seguirle in tempo reale con noi.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

 

Victoria L.

Lavoro come account in una web agency. Appassionata di Formula 1 e tifosa della Ferrari da quando vidi il Gran Premio di Jerez del 1997.