F1 | GP Arabia Saudita, Verstappen vince dopo una dura lotta con Leclerc: “Non è stato facile fare trucchetti intelligenti”

Max Verstappen vince il GP di Arabia Saudita. Duello da togliere il fiato con Charles Leclerc, i due hanno concluso a poco più di mezzo secondo.

GP Arabia Saudita - Max Verstappen - Red Bull Racing
Foto: Red Bull Racing Twitter

Max Verstappen conquista la vittoria del GP di Arabia Saudita. Per il campione del mondo in carica è la prima vittoria stagionale. Partito dalla 4° posizione è riuscito a sopravanzare in partenza Carlos Sainz. La Safety Car uscita per l’incidente di Nicholas Latifi, al giro 16, ha permesso all’olandese di mettersi alla spalle di Leclerc. Dal momento in cui la vettura di sicurezza è rientrata ai box, giro 21, i due alfieri di Ferrari e Red Bull hanno iniziato a lottare decimo su decimo. A dare una chance al pilota n.1 è stata la Virtual Safety Car uscita dopo che Ricciardo e Alonso si sono fermati all’ingresso della pitlane per problemi alla loro vettura. Verstappen, probabilmente non dovendo più pensare al degrado, è riuscito ad aumentare il suo passo gara rimanendo costantemente sotto al secondo.


Leggi anche: F1 | GP Arabia Saudita – Risultati Gara: Verstappen vince su Leclerc e Sainz!


I due hanno lottato sfruttando ogni mezzo, Leclerc ha giocato di strategia facendosi passare dall’olandese all’ultima curva per ottenere poi il DRS sul rettilineo. Il n.16 e il n.1 per poco non sono andati al contatto quando entrambi si sono quasi fermati per cercare di ottenere l’uso dell’ala mobile. Il sorpasso decisivo è arrivato al giro 46, a 4 dalla fine. Il monegasco è rimasto sempre sotto al secondo ma la bandiera gialla nel settore 1, causata dalla vettura di Albon ferma in pista dopo un contatto con Stroll, ha tolto ogni possibilità al pilota Ferrari. Verstappen ha tagliato quindi il traguardo del GP di Arabia Saudita davanti al rivale della Ferrari.

Le parole di Max Verstappen dopo il GP di Arabia Saudita:

“Molto dura ma è stata una bella gara. Una battaglia molto serrata davanti. Abbiamo cercato di giocare a lungo termine. Loro erano molto veloci in curva mentre noi in rettilineo però le gomme si degradavano abbastanza rapidamente. Si è visto alla fine che avevamo un pochino più di passo, ho cercato di passare ma non è stato semplice. Non è stato facile fare trucchetti intelligenti però alla fine sono riuscito a passare. Però anche dopo lui era costantemente in zona DRS e poi c’è stata la bandiera gialla negli ultimi giri. Bisogna capire quando alzare, cosa viene concesso o no. Dura anche per quello. Alla fine siamo riusciti a dare un nuovo inizio alla nostra stagione. Quando stai vicino riesci comunque a uscire bene con queste macchine. Questo rende molto più complicato passare all’ultima curva rispetto all’anno scorso. Programmare il sorpasso è più complicato.”

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

mm

Giada Di Somma

Appassionata di motori da sempre. Studio comunicazione a Roma e spero di poter rendere la mia passione un lavoro.