F1 | GP Australia 2019 – Renault ha un potenziale ancora da esprimere

La Renault conclude il Gran Premio d’Australia al settimo posto con Nico Hulkenberg, ma rimangono molti dubbi.

Sulle prestazioni delle due vetture francesi ci sono non pochi dubbi, dopo i test pre-stagionali e l’arrivo di Daniel Ricciardo ci si aspettva il salto di qualità da parte di Renault, ma le qualifiche hanno subito deluso le attese. Cyril Abiteboul ha voluto chiarire quella che è la situazione attuale del team e quello che ci si può aspettare nel futuro immediato: “Sappiamo che la macchina ha un passo molto migliore di quello che abbiamo mostrato, specialmente in qualifica, e sarà la priorità della prossima gara estrarre di più dalla base di partenza, con un’esecuzione più fluida per tutto il weekend“.

Foto: Renaultsport.com – (Hulkenberg n.27)

Nico Hulkenberg

Entrambi i piloti hanno da recriminare una qualifica non all’altezza, ma Nico Hulkenberg è riuscito in qualche modo a salvare il weekend, ottenendo un ottimo settimo posto, sperando in un miglioramento per il GP del Bahrain. Queste le parole di Nico Hulkenberg al termine della gara: “È un buon inizio di stagione. È stata una gara difficile, specialmente negli ultimi 10 giri, ero sotto pressione e dovevo lottare per rimanere al settimo posto. La partenza e il primo giro hanno fatto la differenza: qui la posizione in pista è davvero cruciale, da lì si è trattato soprattutto di gestire la vettura e le gomme. Oggi possiamo essere contenti, è un risultato positivio, ma che dimostra che abbiamo molto lavoro da fare.”

Foto: Renaultsport.com – (Hulkenberg n.27)

Daniel Ricciardo

Ricciardo ha una sorta di maledizione con il gran premio di casa che parte dal 2014 quando gli venne tolto il podio per una irregolarità sulla sua Red Bull, e purtroppo questa maledizione sembra non avere fine. Insieme al compagno di squadra, Ricciardo è protagonista di una qualifica al di sotto delle aspettative, e pronti via la sua gara viene subito compromessa. Queste le parole dell’idolo di casa al termine del GP: “Sono distrutto, questo è sicuro. Ho fatto una buona partenza, sono riuscito a raggiungere Perez e sono passato all’interno. Ho messo una ruota sull’erba e un enorme urto mi ha colto di sorpresa. Tutto è successo velocemente ed è un peccato aver finito così.”

Foto: Renaultsport.com – (Ricciardo n.3)