F1 | GP Australia – Analisi tecnica: Ferrari con una nuova specifica di ala anteriore

La Ferrari continua a portare novità sulla sua monoposto: vediamo l’ala anteriore per il GP dell’Australia. Riusciranno gli ingegneri ad ottenere le performance migliori sul tracciato dell’Albert Park?

test barcellona leclerc p2 f1-75

Dall’Australia iniziano a trapelare immagini di alcuni aggiornamenti portati dalle scuderie. C’è molta curiosità per gli uomini in rosso, che in questo avvio di stagione non hanno stravolto la loro auto. Per il GP dell’Australia, Ferrari ha portato una nuova specifica dell’ala anteriore. Vediamo di cosa si tratta nell’articolo.

Ala anteriore leggermente modificata

Australia Ferrari nuova specifica ala anteriore
Ala anteriore Ferrari per il circuito australiano, Credits: Twitter @DANIELEALOFAN

il team di Maranello non porta stravolgimenti alla sua vettura, ma ottimizza il pacchetto che nelle prime due gare si è rivelato efficace. Per andare bene su questo circuito si usa un assetto da medio carico e la Ferrari ha sviluppato per l’Australia un’ala anteriore con una specifica leggermente diversa. Nel punto indicato dalla manina, notiamo un allungamento della corda del flap, utile a spingere in alto i flussi d’aria. Oltre a deviare i flussi, la corda più lunga genera un po’ più carico aerodinamico, necessario per le poche curve medio-lente del circuito. Ricordiamo che il carico verticale è fondamentale per avere un buon inserimento in curva e la F1-75 sembra comportarsi molto bene. Tale modifica potrebbe servire anche per cercare di limare un po’ la resistenza che genera il rotolamento degli pneumatici, spostando l’aria davanti a quest’ultimi. Infatti tale modifica potrebbe servire a raggiungere punte di velocità più elevate.

gp Arábia Saudita Sainz
Credits: Scuderia Ferrari

Quanto sarà efficace questa modifica? Vedremo i tempi delle prove libere e il responso dei piloti sulla bontà delle modifiche. In attesa di altre foto di altri particolari, vediamo una Ferrari che si adatta bene ai circuiti su cui ha girato, senza stravolgere il progetto. Questo vuol dire che il team guidato da Binotto sta ancora affrontando la fase di conoscenza della vettura, in attesa di aggiornamenti previsti tra Imola e Barcellona.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

mm

Francesco Zazzera

Studente di ingegneria meccanica, classe 98, appassionato di F1 e di tutto il motorsport in generale. Aspiro a lavorare nel mondo del motori, con il sogno della formula 1, per coronare un sogno nato dalla passione trasmessa da mio nonno.